-->

Caggiano attribuisce la Denominazione Comunale di Origine al Pasticcio Caggianese, scopriamolo

Inviato il 24 Gen 2014 di Carlo Scatozza

pasticiocaggianeseL’amministrazione comunale di Caggiano (Sa) ha attribuito la De.Co al Pasticcio Caggianese, la tradizionale torta di formaggio e carne da sempre consumata in questo borgo del Vallo di Diano . La Denominazione De.Co. è un  marchio di garanzia istituito dalla l 142/90  che consente ai Comuni la facoltà di disciplinare  in materia di valorizzazione delle attività agroalimentari tradizionali.Avvalendosi del supporto della Federazione Italiana Cuochi ( Fic) si studia un disciplinare per garantire rispetto della tradizione e genuinità al consumatore. A Caggiano, come dice un detto antico : lu pasticc sapurit, profuma ogni vic, si lu vulit megl apprzzà, cavr cavr vi lavita mangià! Il Pasticcio caggianese è forse di origine francese , importato da nobili napoletani con riedizione degli ingredienti con i prodotti tipici del posto.: Carne di vitello macinata, caciocavallo dissalato, caciocavallo di media stagionatura, fomaggio vaccino, toma, pecorino, pane, prosciutto crudo, latte e uova, sono gli ingredienti della sostanziosa pietanza.i formaggi vengono grattugiati e aggiunti al vitello e al prosciutto a dadini, in precedenza si sarà preparata una sfoglia, l’impasto ottenuto dovrà essere duro, per questo si fa grande consumo di uova, fino a che si necessita, va infornato per circa 3 ore, si ottiene una torta salata, della famiglia dei tortani, ma ovviamente più formaggiosa, spesso vengono messe sopra delle listarelle di pasta come quelle utilizzate per le crostate. E’  ottima anche fredda, accompagnata con un buon bicchiere di Aglianico del Cilento, e se un tempo poteva essere cibo per sostenere lavoro nei campi, oggi diventa anche una pietanza da chef con varianti e creatività. In agosto, a Caggiano, si può partecipare ad un percorso enogastronomico in cui il pasticcio è il principe indiscusso.

 

 

Condividi!

Rispondi