Rassegna delle Giacche Bianche per i 150 anni di Casolaro Hotellerie

Da domani per tre giorni sfilano in uno degli showroom più grandi d’Italia, circa 200 chef, pasticcieri e pizzaioli, professionisti, studenti di istituti alberghieri e appassionati di cooking. Si confronteranno senza sfidarsi nella Rassegna delle Giacche bianche in programma presso Casolaro Hotellerie a Nola (Cis, isola 8), dedicata ai 150 anni di attività dell’azienda fondata a Napoli nel 1868, che da sempre è leader nel settore.

L’iniziativa, giunta al secondo appuntamento, prevede gli interventi di special guests tra cui gli chef stellati Paolo Gramaglia e Luigi Salomone; la showgirl Laura Freddi, la maestra dell’arte del pane e personaggio dell’anno Italia a Tavola 2015 Sara Papa, la chef designer Fabrizia Ventura che ad Amatrice sta realizzando progetti, anche in collaborazione con Casolaro, per i ragazzi dell’istituto alberghiero.

La tre giorni è una tre open day straordinaria che aprirà le porte dello showroom al pubblico di non addetti ai lavori, che nei giorni 15-16-17ottobre vorrà visitare la rassegna e scoprire le creazioni dei partecipanti. L’ingresso è gratuito.

“Abbiamo ricevuto richieste di iscrizione da tutta Italia e dalla Grecia anche per questo secondo appuntamento, che vede già crescere un format inusuale per iniziative del genere che hanno in sé l’idea della competizione – affermano Maria Vittoria e Paolo Casolaro, portavoce della famiglia di imprenditori e organizzatori dell’evento – noi abbiamo voluto, invece, un evento non competitivo che lasciasse spazio alla creatività dei partecipanti. L’idea è del maestro di cucina Ugo D’Orso, ci è piaciuta molto e rende bene la filosofia che c’è alla base. Questo è un momento di condivisione con chi è stato nostro partner nel quotidiano, facendo in modo che potessimo tracciare anche evoluzioni in un campo che rappresenta un segmento importante dell’economia”.

Il programma prevede anche momenti dedicati al rapporto salute e cibo, degustazioni, workshop dedicati a prodotti tipici, e al pronto intervento in eventi accidentali legati al consumo di cibi.

 

Al primo appuntamento, il 19 e 20 febbraio scorsi, hanno partecipato in 121 tra cuochi, pasticcieri, allievi e non professionisti, di cui 66 chef provenienti da tutta Italia e dalla Grecia.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.