Mar. Apr 16th, 2024

Nuova vita per il Mausoleo della Fescina.

La regione più meravigliosa del mondo, sotto il cielo più puro, il terreno più infido». Così Goethe nel 1787 definì la caldera dei Campi Flegrei. Un intreccio di bellezza e pericolo, di magnificenza ed emergenza che hanno reso questa terra ardente una delle aree più celebrate al mondo. Del resto si sa anche che le zone vulcaniche sono tra le aree più abitate del pianeta per i vantaggi quotidiani offerti dalla natura in stato di grazia. E Quarto è da sempre il cuore agricolo dei Campi Flegrei. Lo avevano capito soprattutto i Romani.

Riparte da lunedì 25 marzo alle 9.30 nello splendido sito archeologico del Mausoleo della Fescina la manifestazione “Tradizioni della cultura contadina” organizzata dal comune di Quarto e curata dall’assessore alla cultura Raffaella De Vivo.

Dieci le giornate del 2024 dedicate a visite guidate, laboratori per bambini di vulcanologia, arte e ceramica con focus sulla mela annurca, la ciliegia e il vino, che vedranno la partecipazione straordinaria di studenti delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Quarto.

La rassegna di inclusione sociale, culturale e scolastica si terrà in due siti del Parco archeologico dei Campi Flegrei diretto da Fabio Pagano, al Mausoleo della Fescina a via Brindisi e alla Villa del Torchio a Via Masullo.

I primi due appuntamenti del 2024 saranno lunedì 25 marzo alla Fescina martedì 26 marzo alla Villa del Torchio dalle ore 9.30 alle ore 12.30. Le altre otto tappe si terranno: il 5, 11,12, 18 aprile e 3 maggio alla Villa del Torchio e il 10, 17 e 19 aprile alla Fescina.

Le visite guidate saranno a cura dell’archeologa Raffaella Iovine, i laboratori saranno curati da Alessandra Baiano, Lina Bancale, Sonia Gervasio, Federica Russolillo, Silvia Prato, Francesca Rusciano.

La rassegna si concluderà venerdì 3 maggio alla Villa del Torchio con un gran finale tra premiazioni agli alunni delle scuole che hanno partecipato, visite guidate, laboratori, stand di artisti e uno spettacolo teatrale alla presenza delle autorità scolastiche e politiche del territorio.

La manifestazione finanziata dal POC Campania 2014-2020 ha la collaborazione delle Associazioni: Gruppo Archeologico dei Campi Flegrei, Lunaria Onlus A2, Villaggio Letterario, Arte nei Campi Flegrei, Forza delle Idee, Oasi Felina, delle Proloco SPQR IV e Quarto Flegreo Santa Maria, della Cooperativa Regina Pacis e dei Ragazzi del Progetto Casa Raoul.

L’ingresso è libero e gratuito.

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.