Le eccellenze agroalimentari in piazza con Coldiretti e Federconsumatori

torzellacaivano Appuntamento per la valorizzazione delle produzioni agroalimentari del territorio e della sana alimentazione con stand di presentazione, degustazione e informazione e raccolta firme per l’arte della pizza patrimonio UNESCO  a Napoli in Piazza Immacolata al Vomero e a Casavatore al Parco delle Acacie in Via Emilio Segrè domenica 30 novembre dalle 9 alle 13.

Garantire ai consumatori le migliori condizioni di trasparenza nel passaggio degli alimenti dai campi alla tavola, promuovendo con azioni informative, promozioni e degustazioni il consumo di prodotti sicuri e di qualità, legati al territorio e quindi a Km zero, nel segno del rilancio del consumo consapevole e a prezzi contenuti. Questo l’intento dell’iniziativa “Le eccellenze agro-alimentari campane della terra del buono” promossa da Coldiretti Napoli con la Fondazione Campagna Amica e Federconsumatori per domenica 30 novembre dalle 8 alle 13, a Napoli,  in piazza Immacolata al Vomero e a Casavatore al Parco delle acacie in via Emilio Segrè.

Con la crisi economica e  l’emergenza ambientale legata al fenomeno della “Terra dei Fuochi” il rapporto tra  produzione consumo è stato pesantemente condizionato. Insieme al calo dei consumi, oggi la Campania tutta, per i riflessi mediatici generalizzati, nonostante la circoscrizione del  limitato territorio interessato e  che tutte le analisi sui prodotti non lasciano dubbi sulla loro assoluta bontà, fa registrare una infondata e deleteria diffidenza verso il prodotto locale a vantaggio di prodotto di incerta origine e qualità, con gravi ripercussioni sulla sana e corretta alimentazione dei cittadini e sui redditi delle imprese agricole.

L’evento, con il patrocinio del Comune di Napoli, intende consentire  una migliore e più ampia riflessione tesa a ristabilire un consumo sereno di prodotti agroalimentari sani e sicuri e per contribuire a fare chiarezza sui dati reali delle produzioni campane sane, di qualità, se non di eccellenza e soprattutto controllate.

Con la convinzione che i consumatori devono poter conoscere i pregi della ricchezza agroalimentare campana di qualità, degustare la produzione ortofrutticola, lattiero/casearia, olivicola e vitivinicola di altissimo pregio e constatare, attraverso la personale esperienza, la assoluta bontà delle produzioni campane offerte, saranno allestiti stands di presentazione e degustazione di produzioni agroalimentari tipiche. L’appuntamento, insieme alla possibilità di acquistare direttamente dagli agricoltori prodotti genuini del territorio per un’alimentazione sana e gustosa, sarà anche occasione per continuare la raccolte di firme a sostegno del riconoscimento dell’arte della pizza come patrimonio culturale e materiale dell’umanità da parte dell’Unesco.

La pizza napoletana  – sottolinea la Coldiretti – dal 4 febbraio 2010 è stata ufficialmente riconosciuta come Specialità tradizionale garantita dall’Unione Europea, ma ora l’obiettivo è quello di arrivare ad un riconoscimento internazionale  per garantire pizze realizzate a regola d’arte con prodotti genuini e provenienti esclusivamente dall’agricoltura italiana e combattere anche l’agropirateria internazionale a fronte del moltiplicarsi di atti di pirateria alimentare e di appropriazione indebita dell’identità.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.