Torrecuso si prepara per Vinestate nel weekend

Torrecuso si prepara per Vinestate nel weekend

Vinestate, la manifestazione di Torrecuso dedicata al vino e ai prodotti tipici del Taburno, festeggia quest’anno la sua 45a edizione.

Immutata nel suo spirito originario, seppure calato nell’attualità, continua ad essere una ricca vetrina per le cantine e dei prodotti territorio a cui si affiancano momenti di divulgazione e approfondimento economico/scientifico su tematiche agroalimentari, con ampi spazi dedicati all’intrattenimento e alla gastronomia all’aperto.

Il calendario, come al solito ricco e variegato, ha per indiscusse protagoniste le cantine e i loro vini. Saranno in vetrina le bottiglie di Aglianico e Falanghina (unitamente agli altri vini autoctoni), alcune molto note, altre da scoprire, ma tutte accumunate dalla produzione di qualità e dall’artigianalità in cantina.

Nei cinque stand collettivi tra Piazza Caracciolo e piazza Antonio Mellusi, le aziende vitivincole faranno assaggiare Aglianico, Falanghina e Spumante IGT e DOC. Mentre per chi volesse provare l’intera gamma delle etichette, compresi gli straordinari DOCG, è possibile accedere al Castello dove ogni cantina avrà un suo spazio dedicato ad una degustazione più meditata.

Le aziende vitivinicole partecipanti all’edizione 2019 sono: Cantina del Taburno, Cantine del Maresciallo, Cantine Iannella, Cantine Tora, Cocchiaro Izzo, I colli del Sannio, Consorzio Sale della terra, La Dormiente, Cav. Mennato Falluto, Fattorie La Rivolta, Fontanavecchia, La Fortezza, Lauranti, Nifo Sarrapochiello, Ocone, Pietrefitte, Il Poggio, Rossovermiglio, Santiquaranta, Serra degli Ilici, Terre d’Aglianico, Torre a Oriente e Torre dei Chiusi.

Il programma continua prevedendo la tradizionale offerta di degustazioni guidate che quest’anno si arricchisce di un appuntamento originale rivolto ai bambini. Alle 18:00 di sabato, presso il Palazzo Di Palma-Cocchiaro, la Fondazione Italiana Sommelier animerà il seminario didattico gratuito Facciamo la storia del vino che attraverso giochi con sentori olfattivi e laboratori manuali, stimolerà i piccoli a conoscere i metodi antichi di produzione del vino. 

“Il vino è un alimento che rappresenta un patrimonio civile dell’Italia e per questo condivido la necessità di farne conoscere la cultura fin dalle scuole primarie” ha dichiarato a tal proposito il sindaco Angelino Iannella. 

Sempre la FIS, con in testa la presidente Veronica Iannone, unitamente ai suoi sommelier professionisti, animeranno le Degustazioni guidate per adulti e, ogni sera, gli Show cooking (in due turni 20:30 e 22:30) sull’abbinamento cibo vino, in collaborazione con i ristoranti “L’oasi dei sogni” e “Royal”, gli Agrichef di “Campagna amica” e la “Pasticceria Torrepalazzo”.

A Vinestate un importante spazio vien offerto alle attività convegnistiche e seminariali curate dalle istituzioni e dalle associazioni di categoria. 

Si inizia giovedì alle 20:00 col convegno promosso dal Comitato Vinestate: “Gestione razionale del “sistema suolo” nella viticoltura beneventana: ipotesi praticabili e ricadute sulla qualità”. Si continua venerdì alle 18:00 con “Sannio Falanghina European Wine City: il valore del territorio nel marketing del vino” organizzato da Coldiretti. Sabato 31 alle 20:00, con la CIA, si parlerà di “Tecnologia digitale e viticoltura: presentazione del progetto V.IN.TE.S. – Misura 16.1.2 del PSR Campania 2014-2020”. Domenica 1° settembre alle 10:00, l’Amministrazione comunale affronterà il tema de “La tradizione vitivinicola del Sannio, un patrimonio in crescita”.

Siccome una vera festa popolare non può prescindere dall’intrattenimento, Vinestate è venuta incontro un po’ a tutti i gusti. La serata giovedì 29 agosto sarà animata dalla trascinante musica della Sassinfunky Street Band e dalla tromba di Tony Trumpet. Venerdì 30 andrà in scena il raffinato folk dei Ri Ualanagli. Sabato 31 rimbomberanno le ipnotiche percussioni de I Battibottidel Matese. Domenica 1° settembre, gran finale con gli spettacoli itineranti di tanti artisti di strada, la drammaturgia di Mauro Vizioli e la performance del funambolo Filippo Franco che attraverserà piazza Mellusi, in equilibrio su un cavo di acciaio.

Concludiamo con una preziosa curiosità. Vinestate è tra le pochissime manifestazioni che possono vantare una completa raccolta documentale fin dalla prima edizione: fotografie, manifesti, volantini, pubblicazioni, gadget, rassegne stampa e tanto altro. Questi materiali, che hanno già prodotto una mostra temporanea nel 2016, e che saranno molto presto esposti permanentemente in una degna sede istituzionale, possono essere goduti (anche se ancora parzialmente) in una sezione  del sito www.vinestate.it dal titolo “Tutto iniziò così”.

Note di servizio:


Per avventurarsi nell’itinerario del gusto sarà possibile scegliere tra due kit di degustazione:
3,00 € corrispondenti a 6 assaggi, da spendere presso gli stand collettivi in Piazza.
10,00 € = corrispondenti a 5 assaggi, da spendere presso i punti degustazione del 

Castello.

Le degustazioni di vino sono consentite solo negli appositi calici di vetro in vendita a 5,00 € unitamente alla tracolla.

Gli eventi FIS, tranne il Seminario per bambini di sabato, sono a pagamento con prenotazione obbligatoria (20,00 € per lo Show cooking, 10,00 € per la Degustazione guidata) da effettuare sul sito www.vinestate.it.

Menu show cooking: 

29 agosto: Alici marinate con crostini di pane – Pacchero al baccalà – Baccalà al pomodoro – Dolce tipico alla Falanghina

30 agosto: Carpaccio con insalatina estiva e primosale – Flan di melanzane con rucola fritta al formaggio stagionato – Fusillotto Rummo con crema di zucchine, fonduta di caciocavallo e chips di guanciale – Padellaccia scomposta “a modo nostro” – Dolce tipico alla Falanghina

31 agosto: Medaglione con ricotta e borragine mantecato con burro, salvia e noci – Tortino di riso con verdurine e provola adagiato su vellutata di porcino e patate – Millefoglie di maialino con contorno di gateau di patate – Dolce tipico alla Falanghina

1 settembre: Cavatelli con salsiccia e pomodorino fresco – Brasato di scottona all’aglianico con purè – Pomodoro ripieno di melanzane al basilico su ricotta di bufala e croccante di pane – Dolce tipico alla Falanghina

Per ulteriori dettagli del programma e altre informazioni è possibile collegarsi al sito web  www.vinestate.it o contattare la segreteria organizzativa: +39 0824 889711 – +39 335 603 7823 – info@vinestate.it

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.