Agerola sui sentieri degli dei: Bomerano diventa Borgo del Pane

agerolachContinuano gli appuntamenti con la musica nel centro storico di Bomerano. Anche quest’anno Agerola sui sentieri degli dei ospita l’Agerola World Music Festival con i suoi concerti, i percorsi enogastronomici, la festa del pane e le antiche forme di artigianato.

Tra contaminazioni sonore e piatti a km0 inpiazza Paolo Capasso si esibiranno in concerto Marcello Colasurdo, cantore di tammorre che incontrò Fellini, da trent’anni un’icona della musica popolare (sabato 19 luglio), e gli Osanna, famosa band del progressive rock italiano anni Settanta, con ospiti d’eccezione David Jackson, sassofonista e flautista inglese dei Van Der Graaf Generator, e Alan Sorrenti (domenica 20 luglio).

L’Agerola World Music Festival, si caratterizza per il binomio “borgo e festival”. Sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, Bomerano diventa per l’occasione Borgo del Pane: un dedalo di stradine, che nascono intorno a Palazzo Acampora – storico palazzo settecentesco che domina una delle più antiche zone abitate di Agerola – e si diramano tra vicoletti, giardini e portoni che si affacciano su piccoli cortili dove si consuma il lento trascorrere del tempo, scandito dalle ritualità quotidiane, da gesti antichi ed appassionati.

Pazienti ricamatrici, matrone impegnate nella produzione della pasta fresca, impagliatori e intrecciatori di fieno, contadini e allevatori delle razze protette della Mucca Agerolina e della Capra Napoletana, panettieri che cuociono il pane negli antichi forni a legna, caseari che filano il latte bianco e definiscono sculture di oro bianco (fior di latte e Provolone del Monaco ecc.), artisti norcini che selezionano e lavorano la carne suina trasformandola nel Salame di Napoli, fabbri che battono il ferro e falegnami che lavorano il legno. E poi stand enogastronomici per offrire agli amanti della cucina tipica un mix di saperi e sapori della tradizione: caponata, bruschette, pasta all’ortolana, pizza integrale, bocconcino di fior di latte, salsiccia e patate maritate, zeppole fritte e buon vino locale.

L’apertura stasera sempre in Piazza Capasso con l’esibizione del Gruppo Folk Città di Agerola, da vent’anni custode della tradizione musicale locale.

L’ingresso al borgo e ai concerti è gratuito. Il costo della degustazione e di € 10.

 

 

 

 

 

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.