Unione Regionale Cuochi della Campania – elezione Segretario regionale e tesoriere

L’Unione Regionale Cuochi della Campania completa il suo organigramma. Dopo l’assemblea generale che ha voluto alla presidenza il prof. Luigi Vitiello, patron del ristorante Pozzillo di Serino (Av), docente dell’Ipssar di Avellino e presidente dell’Associazione Cuochi Avellinesi, con una votazione unanime il Consiglio Regionale ha voluto alla segreteria per i prossimi quattro anni il prof. Pietro Roberto Montone. Per il segretario dell’Associazione Cuochi Avellinesi e responsabile di sede dell’Ipssar di Montoro Inferiore (Av), insignito nei mesi scorsi del riconoscimento di Cavaliere al Merito della Repubblica, si tratta di un incarico di alto prestigio e che giunge in una fase di totale rinnovamento dei vertici regionali dei cuochi. Il consiglio Regionale gli ha affiancato come  vice il prof. Antonio Agevola di Napoli che dovrà collaborare alla gestione della segreteria. Altro giovane chiamato, sempre all’unanimità, a ricoprire un incarico prestigioso e nel contempo delicato, è il prof.  Clemente Gaeta di Salerno che si dovrà occupare della gestione economica dell’ente quale Tesoriere. Per l’Unione Regionale Cuochi della Campania è quindi una svolta generazionale ma ben ponderata da tutto il consiglio formato dai presidenti e dai rappresentanti delle nove associazioni campane, ovvero Napoli, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno, Isola d’Ischia, Sorrento, Stabiese Equina e Monti Lattar, Torre del Greco. “ Siamo onorati – dicono i tre neo eletti – di essere stati scelti per questi incarichi di alto profilo. Sapremo rappresentare la nostra Regione, in ogni ambito, nel migliore dei modi. La fiducia accordataci sarà ricambiata con il giusto impegno che consentirà alla nostra categoria di avere la visibilità che merita non solo nella nostra regione e in Italia ma anche all’estero. Rappresentare un sodalizio che vanta quasi 3000 iscritti è motivo di onore ma anche di oneri. Siamo certi di riuscire a lavorare con serenità visto che, possiamo contare su un Consiglio Regionale molto coeso e che basa il suo lavoro sul principio della fratellanza e che come scelta programmatica ha deciso di impegnarsi per valorizzare i prodotti tipici della nostra regione e le nuove leve di giovani che si affacciano nel nostro mondo lavorativo”.

Michelangelo Tartaglione

redattore di Campania Slow

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.