Inizia la kermesse Agerola Arte, presso casa della Corte

Raccontare e presentare Agerola sotto il profilo artistico in maniera inedita. Alla sua terza edizione la rassegna artistica intitolata Agerolarte presenta un nuovo ciclo di eventi artistici che si terrà presso la Casa della Corte a cominciare da sabato 31 maggio e si protrarrà fino ad ottobre.

presepeviventeagerola11La Visione… e i Volti del Contemporaneo” è il titolo dell’edizione di quest’anno: 150 giorni di arte contemporanea ad Agerola, durante i quali si alterneranno importanti momenti dedicati alla pittura, alla scultura e alla fotografia. L’inaugurazione è prevista alle ore 19.00 di sabato 31 maggio. Fino al 25 giugno Casa della Corte ospiterà l’esposizione delle opere dell’artista salernitano Elio Alfano in una mostra dal titolo “Dall’immaginario pittorico in poi…”. Seguiranno poi altri artisti come Giuseppe Gaeta, Mario Apuzzo, Fabio Donato, Di Guida & Vargas.

Il progetto, proposto dal Comune di Agerola, con la direzione artistica del prof. Alberto Silvestri, appare subito di grande fascino e di profondo significato, perché con questi eventi Agerola non diventerà più solo una cittadina meta di un turismo escursionistico e naturalistico, ma si aprirà e comunicherà all’esterno anche i suoi aspetti culturali e artistici. Su questa via il senso del comunicare acquista un valore aggiunto, attribuendosi non senza un certo orgoglio, di mettersi in linea con quelle realtà che hanno fatto di questi eventi il loro punto di forza. Lo scopo e le finalità stanno tutte in questa strategia: raggiungere una realtà nuova fatta non solo di storia ma di momenti nuovi e più qualificanti integrati perfettamente in una realtà moderna viva e tangibile. “Agerola – commenta Alberto Silvestri, direttore artistico – è diventata punto obbligato di performance e sperimentazioni artistiche che stanno oltrepassando i confini di un provincialismo, ormai troppo ristretto per le ambizioni di questa terra, per approdare prepotentemente in campo nazionale con un segnale forte e di grande intensità culturale. 

Le mostre e gli eventi saranno il risultato di ricerche artistiche nuove che vanno al di là della semplice rappresentazione per diffondere un messaggio culturale e artistico che un piccolo paese sa dare e portare fuori della provincia.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.