terraArdente, rassegna per le eccellenze dei Campi Flegrei

Prima edizione di “terrArdente”, rassegna che promuove le eccellenze dei Campi Flegrei. Tre appuntamenti di alta qualità – due in questo mese e uno a dicembre – promossi dall’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei. Spettacoli e interventi artistici, culturali, enogastronomici e divulgativi per divulgare  la conoscenza delle preziose peculiarità di una zona ricchissima di testimonianze e di bellezze, principali punti di forza.Spettacoli e interventi artistici, culturali, enogastronomici e divulgativi di grande richiamo.

In questa prima edizione, il ruolo principale spetta al mare, destinatario di un importante progetto, studiato attentamente, con mirate iniziative sulle sue riserve, risorse preziose da proteggere e valorizzare. Scopo primario è quello di divulgare la conoscenza dei bellissimi luoghi, dei suggestivi paesaggi, dei siti archeologici, della natura, dell’ambiente.

Ai vincitori della manifestazione d’interesse dell’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei, sono stati infatti affidati tre importantissimi eventi, che costituiscono questa rassegna, da realizzare entro il 2021.

Ecco il calendario con la cerimonia inaugurale di Sabato 18 settembre al la Casina Vanvitelliana del Fusaro alla presenza di autorità e giornalisti. 

come Francesco Maisto, presidente dell’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei; Josi della Ragione, il sindaco di Bacoli; Fabio Pagano, direttore Parco Archeologico Campi Flegrei Conclusioni:  on. Felice Casucci, assessore regionale al Turismo.

Vi è stata poi la presentazione del Docufilm “Il mare nell’ecosistema dei Campi Flegrei: risorsa ambientale tra bradisismo e paesaggio culturale”, sulle aree marine protette dei Campi Flegrei, prodotto da Quarto Canale Flegreo.

Mentre nel Parco Borbonico del Fusaro, musica barocca e cultura del Settecento: Il Canto Sublime, concerto dell’Ensemble Accademia Reale, diretto dal maestro Giovanni Borrelli, a cura dell’Associazione Accademia Reale, con strumenti originali e testi recitati da attori. 

Sulle sponde del lago sul quale si affaccia la Casina Vanvitelliana di Bacoli, suoni, immagini ed emozioni.

Arie e i virtuosismi di G.F. Haendel, J.A. Hasse, R. Broschi, G.B. Pergolesi, N. Porpora. L. Vinci, laddove furono ispirati artisti e compositori di passaggio durante il Grand Tour. Riservato al pubblico, un libretto con l’elenco delle opere. All’evento, figuranti in costume dell’Associazione Rievocatori Storici Fantasie d’Epoca.

Di seguito, un gustoso momento conviviale flegreo, organizzato a buffet, sulla terrazza panoramica dell’Ostrichina, offerto da Villa Riflesso: rinfreschi e degustazioni dello chef, in compagnia degli artisti della serata. 

Nell’Ensemble Barocco Accademia Reale: Angela Luglio, soprano, Marina Esposito, mezzosoprano, Giovanni Borrelli, violino di concerto e direzione, Giuseppe Grieco, violino, Alfonso Amabile, viola, Francesco Scalzo, violoncello, Vincenzo Carannante, contrabasso, Tina Soldi, clavicembalo, Piero Ciapparelli, arciliuto e tiorba, Angela Jannuzzi, voce recitante. Elaborazione testi di Giulio D’Amore.

Sabato 25 settembre, ore 18, nel Parco Monumentale di Baia: Cibus & Salus Festival, dedicato alla cultura flegrea recepita attraverso i cinque sensi. È proposto dall’Associazione M.A.C.S., Mecenati per la Cultura, il Cinema e lo Sport. 

In programma una passeggiata naturalistica per i nuovi sentieri del Parco, dove sarà possibile ammirare i corpi luminosi dell’artista Annalaura Di Luggo; l’opera è intitolata “Fremo nel vedere”.

Sulla cima alla collina affacciata sui due mari, davanti a un panorama di bellezza unica, con vista sui ruderi della villa di Giulio Cesare, gli ospiti potranno godere delle musiche d’epoca e di degustazioni di vini flegrei e assaggi di prelibati piatti a base d’ingredienti tipici territoriali, commentati da noti studiosi che ne illustreranno le salutari virtù e le caratteristiche.

A conclusione, la rappresentazione teatrale dei Menecmi, commedia di Plauto, proposta dalla compagnia teatrale Il Principe.

Proiezione in anteprima di “Il mare nell’ecosistema dei Campi Flegrei”, entro il 10 dicembre, quale terzo appuntamento,  conclusivo della rassegna 2021. 

Il docufilm naturalistico sulle Riserve Marine Protette, a cura della Cooperativa Quarto Canale Flegreo, è incentrato sui temi riguardanti l’acqua, la natura e l’ambiente del territorio, con riferimenti a sviluppo sostenibile, protezione, salvaguardia e ripristino degli habitat costieri, sostenibilità delle pressioni socio-economiche. Viene realizzato in chiave didattica, illustrato con immagini e didascalie. 

La produzione persegue il preciso scopo di diffondere la conoscenza delle aree marine protette flegree, con riferimento agli elementi di studio delle condizioni, attentamente studiate, mirata a un miglioramento in termini di sviluppo e di fruizione ottimale.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.