Dom. Apr 14th, 2024

Nelle giornate del 25 e 26 settembre 2021 si celebrano le Giornate Europee del Patrimonio. Anche in Campania tantissime le visite guidate, aperture straordinarie, iniziative digitali che saranno organizzate nei musei e nei luoghi della cultura statali e non, seguendo il tema “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!”. Inoltre, sabato sera sono previste aperture straordinarie dei musei statali con ingresso al costo simbolico di 1 euro (escluse le gratuità previste per legge). Noi abbiamo scelto di segnalare una iniziativa per provincia della campania afferenti a realtà poco conosciute, tra Fiori, archivi, piccoli musei di periferia, ritrovamenti archeologici in quartieri napoletani che non ti aspetti.

Ecomuseo della Valle delle orchidee e delle antiche coltivazioni

Località Vallepiana – 84038 Sassano (SA)

Escursione tra la flora spontanea del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni con visita ai paesaggi delle fattorie e delle coltivazioni dei coltivatori custodi dei semi antichi e dei frutti antichi del parco.

L’Ecomuseo metterà in mostra le diverse collezioni che riguardano: l’Etnobotanica del Parco (l’uso antico delle piante da parte delle popolazioni del Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni) con oggetti di artigianato locale dell’antica civiltà rurale, la Fitoterapia e l’uso delle piante medicinali del Parco con erbario di exiccata; la Mostra fotografica delle 254 entità di orchidee spontanee del Parco Nazionale Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni e con l’emeroteca della flora spontanea del Parco, la Germoteca dei grani antichi e dei frumenti antichi del Parco, la Germoteca degli 84 legumi antichi del Parco.

L’escursione sarà fatta con auto propria, profittando della strada rotabile in qualche punto un po’ sconnessa. Abbigliamento comodo. L’escursione guidata partirà da quota 600 per arrivare a quota 1271, attraversando tutte le fasce di vegetazione dell’Appennino meridionale. 

La prima parte sarà dedicata all’attraversamento dei paesaggi delle fattorie e delle coltivazioni dei coltivatori custodi dei semi antichi e dei frutti antichi del parco. 

Sono previste alcune soste a diverse quote lungo il percorso per visitare le diverse cenosi della flora spontanea, dalla fascia della roverella a quella del faggio, tra cui gli interessanti popolamenti di Betula pendula Roth. 

Si invita a rispettare le disposizioni anti covid vigenti al momento dell’evento.

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.

3204687791

Villa rustica di Caius Olius Ampliatus

Viale della Villa Romana – 80147 Napoli (NA) ( Ponticelli)

Gli operatori del Rotary Community Corp Napoli Est insieme a quelli di Terra di Confine condurranno i visitatori all’interno della poco conosciuta area archeologica della villa romana di Ponticelli, per una passeggiata tra resti, zone e locali, suggestioni e informazioni archeologiche.

Ingresso gratuito.

pasquale@terradiconfine.napoli.it 

Museo civico archeologico di Bisaccia

Corso Romuleo snc (Castello Ducale) – 83044 Bisaccia (AV)

Gli operatori museali, attraverso l’analisi dei reperti in esposizione, accompagneranno i visitatori alla scoperta dei corredi funerari (armi e gioielli) di uomini e donne indigene che vissero alla fine dell’età del Ferro nell’insediamento preromano di Cimitero Vecchio di Bisaccia, riportando alla ribalta l’eccezionale sepoltura della “Tomba della Principessa” e la ricca “Tomba del guerriero”, due sepolture caratterizzate da un ricco corredo funerario del periodo orientalizzante (VII secolo a.C.), che mette in evidenza il ruolo di personaggi femminili e maschili emergenti tra i primi gruppi stanziali che occuparono stabilmente il territorio dell’Irpinia orientale.

Orari visite guidate: 11.00, 12.00, 17.00, 18.00.

Sabato 25 e domenica 26 settembre: 11.00-13.00 (ultimo ingresso 12.30); 17.00-19.00 (ultimo ingresso 18.30).

Archivio di Stato di Caserta

Sabato 25 settembre 2021 – ore 9/13
“Archivi: patrimonio di tutti”A

La mattina di sabato sarà dedicata ad una esposizione realizzata con alcuni dei documenti più significativi del patrimonio dell’Istituto.

I funzionari accompagneranno i visitatori alla scoperta dei fondi e delle attività dell’Archivio.

Le visite, organizzate su quattro turni, sono aperte anche ai visitatori non udenti grazie alla presenza di un interprete in lingua dei segni dell’Ente Nazionale Sordi – ONLUS.

Domenica 26 settembre 2021 – ore 9/13
“Agricoltura Industria e Commercio di Intendenza di Terra di Lavoro. Presentazione della serie e del lavoro di digitalizzazione delle carte”

La serie Agricoltura, Industria e Commercio del fondo Intendenza è costituita da 256 buste, per un totale di oltre 50.000 carte, fondamentali per lo studio della storia economica e sociale di Terra di Lavoro nel XIX secolo.

I documenti, datati a partire dal 1806 fino all’unità d’Italia, sono stati oggetto dell’importante progetto di digitalizzazione e descrizione “Sistema Informativo Culturale – Move to Cloud”, realizzato dalla Regione Campania.

Le digitalizzazioni saranno, in seguito, condivise sul Sistema informativo “Ecosistema digitale per la cultura”.

Durante le visite, che si svolgeranno su quattro turni, i funzionari mostreranno alcuni documenti originali tratti dalla serie e accompagneranno i visitatori nel laboratorio allestito per le attività di digitalizzazione.

Turni di visita:

– 9.30

-10.30

– 11.30

– 12.30

0823355665

Museo del Sannio -Benevento

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio (GEP 2021), il Museo del Sannio, che raccoglie testimonianze che documentano la storia del territorio sannita, propone delle visite tematiche alle collezioni che mirano ad avvicinare il pubblico più giovane alla scoperta di questo vastissimo patrimonio culturale che inizia dalla preistoria ed arriva fino all’età moderna. Una visita che si trasformerà in una ‘caccia al tesoro’…. Chi sarà il più scaltro a risolvere gli enigmi? Chi sarà il più abile a guardare? Nelle sale del museo ci saranno tutti gli indizi per completare il percorso utilizzando capacità di osservazione, memoria e spirito di squadra! I ragazzi verranno catapultati in un’avventura alla ricerca di verità nascoste, una mappa li aiuterà a seguire le tracce di un tesoro da scoprire, appartenuto – pensate un po’ – al principe longobardo che fece di Benevento il suo Ducato.

+39 0824372300

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.