Mer. Giu 19th, 2024
Presentato questa mattina, presso la Sala Grasso di Palazzo Caracciolo, ad Avellino, il programma della 39esima edizione della Festa Castagna di Montella Igp, in scena dall’1 al 5 novembre 2023, a Montella (Av).
Cinque giornate interamente dedicate alla ‘regina d’autunno’ e ai prodotti gastronomici della tradizione locale. Ad attendere i visitatori, dalle 10.00 fino a tarda sera, un cartellone intenso e strutturato che animerà le strade del borgo con profumi, sapori e colori d’Irpinia.
Oltre 100 stands, showcooking, spettacoli, esibizioni e musica, guideranno gli avventori in uno straordinario itinerario che qualifica e promuove la Castagna di Montella Igp, simbolo della cultura agroalimentare del territorio e della sua comunità.
Ad approfondire i dettagli della kermesse irpina, tra le più attese in Campania, il sindaco di Montella Rizieri Buonopane, l’assessore al Bilancio Giuseppina Volpe e l’assessore alle Attività Produttive, Emiliano Gambone.
“Come ogni anno, la rassegna enogastronomica vuole essere vetrina di un’eccellenza locale e delle nostre produzioni tipiche, utilizzando la qualità come strumento guida per l’organizzazione di un appuntamento tra i più sentiti in Campania – ha esordito il sindaco di Montella, Rizieri Buonopane –
La Castagna di Montella Igp è un prodotto straordinario per caratteristiche e qualità organolettiche, noi la vogliamo celebrare e difendere attraverso un evento connotato da attività gastronomiche di qualità. A supportarci il Consorzio della Castagna di Montella Igp che svolge un ruolo di tutela e valorizzazione del prodotto e la cui recente costruzione avrà un effetto pratico e concreto sulla Festa. Infatti, a garanzia del consumatore e dell’autenticità del prodotto le attività in esposizione dovranno garantirne la tracciabilitá. Sembra una cosa ovvia, ma non lo è, troppo spesso assistiamo a fenomeni di falsa provenienza”.
L’edizione numero 39 della Festa fa dell’eccellenza la sua bandiera dando ampio spazio alla professionalità di attività locali che permetteranno di gustare e apprezzare la vera Castagna di Montella Igp nelle sue varie declinazioni. La rassegna, al contempo, rappresenta anche un’imperdibile occasione per sostenere il turismo, valorizzando la bellezza del comune e dei paesaggi circostanti e pubblicizzandone le specificità culturali.
“La festa è un’opportunità per far conoscere il paese e far tornare la gente durante ogni periodo dell’anno – dichiara l’assessore Volpe – Ci sono tante persone che ci hanno conosciuto attraverso la Festa della Castagna e poi sono ritornate.
Allo stesso tempo, vogliamo offrire ai visitatori cinque giornate piacevoli sotto il profilo gastronomico, musicale e culturale. Ogni anno registriamo numeri da record e il tutto esaurito nelle strutture ricettive. Merito di una kermesse che vuole dare risalto ai tesori gastronomici e culturali del posto e il cui obiettivo lo abbiamo racchiuso in un bellissimo video girato per l’occasione dal regista Nello Petrone che stiamo proiettando sugli schermi della metropolitana di Napoli e che sarà proiettato durante l’evento”.
Spazio quindi alle attività gastronomiche, ma anche alla musica e agli spettacoli per bambini, a cui si affiancano show cooking, iniziative culturali e proposte turistiche come “Irpinia Express”.
Inoltre, la Sagra si avvarrà della preziosa collaborazione delle Associazioni di categoria del settore agricolo quali: Coldiretti, Cia e Confagricoltura. Sarà, poi, presente l’Associazione Cuochi con la speciale collaborazione di Pastai di Serino.
Saranno cinque giorni no stop, approfittando delle festività dei Morti, da mercoledì 1, a domenica 5 novembre, ogni giorno, sarà possibile, a pranzo e a cena, gustare le prelibatezze in carta, assaporare il gusto inequivocabile della Castagna di Montella IGP e godere degli aromi e della cucina tipica dell’Irpinia. Contemporaneamente i bambini potranno assistere agli spettacoli più divertenti, dai burattini al mago Lenny, mentre i più grandi avranno modo di ascoltare le performance di 14 gruppi musicali e 6 gruppi itineranti.
“Tutto questo rende la Festa della Castagna un evento unico – conclude l’assessore Emiliano Gambone – La nostra impronta come amministrazione è stata di alzare l’asticella. Questo ha comportato una riduzione degli stand a vantaggio della qualità, perché noi la Castagna la vogliamo celebrare ricordando che fa parte del nostro patrimonio culturale, la nostra farina dei poveri che per secoli ci ha dato da vivere e da mangiare. È per questo che abbiamo pensato ad un percorso culinario che coinvolga non soltanto l’aspetto ludico, ma anche quello culturale. La Castagna ci offre lo spunto per far conoscere e visitare la nostra terra in un’ atmosfera piacevole e particolare”.
Appuntamento quindi a Montella, dall’1 al 5 novembre per un’iniziativa irrinunciabile per ogni intenditore e per chiunque desideri vivere una giornata immerso nella genuinità dei sapori autentici dell’Irpinia.

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.