Mar. Mag 28th, 2024
250 ciclisti giunti da tutto il Paese domenica 15 ottobre hanno partecipato alla Napoli obliqua, appuntamento imperdibile a livello nazionale nel panorama di eventi cicloturistici. I partecipanti hanno scelto uno dei due itinerari, il primo il più lungo di circa 70 km a/r ed un dislivello positivo di oltre 1000 mt e il secondo, più breve di circa 40 km con dislivello positivo di 600 mt, con partenza e arrivo alla Mostra d’Oltremare. In questa edizione i ciclisti hanno attraversato l’area Flegrea, terra di laghi e vulcani, mare, terme, arte, cultura e natura in un percorso inedito, arricchito dal passaggio in aree verdi e boschive insolite e con passaggi anche tra pittoreschi borghi della zona.

La Napoli obliqua non poteva non toccare il centro città e i suoi quartieri più antichi: Rione Sanità, Quartieri Spagnoli, Posillipo per poi raggiungere il Cratere degli Astroni e l’area flegrea.

La Napoli Obliqua è un progetto ampio di valorizzazione ed attrazione anche turistica in chiave sostenibile della città, che punta a diventare la più estesa ciclovia urbana in ambito metropolitano; è un evento promosso dall’Asd Napoli Pedala, patrocinato da Comune di Napoli, Comune di Pozzuoli, Comune di Bacoli, Ente Parco delle Colline Metropolitane di Napoli ed è supportato dall’Agenzia Regionale Universiadi per lo Sport e dal centro diagnostico Theo.

“La numerosa partecipazione di oggi oltre ad essere un successo ed un bel segnale per una fruizione di Napoli in chiave turistica finalmente sostenibile è un messaggio inequivocabile della voglia di vivere la città liberi dal traffico. Tra i primi interventi in questo senso che chiediamo al Comune, l’istituzione delle domeniche a piedi, intervento non più rinviabile. “ Luca simeone direttore Napoli bike festival

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.