Fondi PNRR e “Agrisolare”: accordo tra la CIA di Benevento e Galeo Energy per installare impianti fotovoltaici nelle aziende agricole

È stato siglato ieri mattina, giovedì 21 aprile 2022, un accordo tra la CIA Confederazione Agricoltori Italiani di Benevento e Galeo Energy di Caserta, azienda specializzata nel settore delle energie rinnovabili e dell’ Energy Management. A firmare l’accordo il presidente della Cia di Benevento Carmine Fusco, con il direttore Pasquale Spitaletta e l’amministratore delegato della Galeo Energy Vittorio Maione. L’intesa prevede una collaborazione tra le parti a seguito del cosiddetto decreto “Agrisolare” emanato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, che fornisce le direttive per sostenere gli investimenti relativi alla realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, escludendo totalmente il consumo di suolo. Il decreto prevede l’erogazione, attraverso i fondi del PNRR, di un contributo che potrà coprire anche i costi di riqualificazione e ammodernamento delle strutture, con la rimozione dell’eternit e amianto sui tetti (ove presente) e migliorando coibentazione e areazione, anche al fine di contribuire al benessere degli animali. Una misura che spinge concretamente sulla diversificazione delle fonti energetiche, in particolare le rinnovabili, che rappresentano un elemento centrale per ridurre i costi dell’energia sostenuti dalle aziende del settore.
“Convintamente sottoscrivo e promuovo questa convenzione – dichiara il Presidente Cia Benevento Carmine Fusco – con Galeo Energy nell’interesse delle imprese agricole e del settore agroalimentare in quanto si ritiene un ‘opportunità che le aziende del territorio sannita non debbano perdere. In seguito agli ultimi eventi bellici della guerra Russo-Ucraina che ha provocato un’impennata dei costi delle materie prime e delle energie, quella del Fotovoltaico è una delle strade che le imprese debbono percorre per rendersi autonome dal punto di vista energetico considerando che nel bando è previsto anche il risanamento, la riqualificazione, l’ammodernamento delle strutture attraverso la rimozione dell’eternit e amianto ove presenti. Inoltre è da tenere presente che questa misura non va ad occupare suolo agricolo, ma va a sfruttare le superfici dei tetti dei fabbricati rurali.”
“Con questa intesa – spiega Vittorio Maione della Galeo Energy – mettiamo a disposizione la nostra lunga esperienza nel settore della progettazione e realizzazione di sistemi per l’efficientamento energetico a partire dal fotovoltaico. Questa misura – conclude Maione – si inserisce all’interno della strategia europea del Green Deal ponendosi come obiettivo non solo di produrre energia elettrica da fonti rinnovabili, riducendo l’attuale dipendenza dai combustibili fossili e il conseguente inquinamento atmosferico causato da questi, ma anche di diminuire significativamente le emissioni inquinanti prodotte dall’esposizione all’amianto”.

Alessandro Tartaglione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.