Tracciabilità con blockchain, la Campania ha la sua legge

Il Consiglio Regionale ha approvato nella seduta di oggi la legge in favore del sistema agroalimentare campano, che consente la tracciabilità e la rintracciabilità delle eccellenze campane, mediante l’innovativa tecnologia Blockchain.

Si tratta di una piattaforma tecnologica multimediale, in grado di assicurare, con certezza, la tipicità del prodotto e le sue caratteristiche specifiche, dall’origine e fino al consumatore, garantendo sicurezza e controllo lungo tutta la filiera.

Allo stato attuale l’origine, la qualità e la tipicità delle nostre eccellenze agroalimentari sono assicurate solo da procedure amministrative di controllo lungo le filiere. L’innovativa tecnologia Blockchain consente invece, mediante la creazione di un registro digitale, condiviso ma aggiornato in modo univoco, di conseguire risultati trasparenti e sicuri, con evidente risparmio di tempo e di denaro, rispetto ai tradizionali controlli analitici.

Una proposta di legge volta a valorizzare il settore agroalimentare campano, ma anche a generare benefici nel mondo delle startup più innovative della nostra regione. Sarà possibile inoltre estendere l’uso del Blockchain anche ad altri settori, in particolare a quei comparti specialistici già individuati dalla Regione Campania (RIS3), per favorirne la competitività nazionale ed internazionale.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.