Battaglia tra Longobardi e Bizantini, rievocazione sul Taburno

L’Associazione Culturale Benevento Longobarda e il Settore Foreste della Regione Campania organizzano la rievocazione storica della battaglia del 576 tra longobardi e bizantini, a Piano Melaino nel Parco Regionale del Taburno – Camposauro. La manifestazione rientra nel progetto di valorizzazione ambientale e di educazione alla tutela delle risorse naturali denominato “Il Risveglio della Dormiente”, che prevede una serie di eventi ed iniziative culturali che si terranno nei mesi estivi.
Nell’anno 576, sotto le pressanti richieste dei romani, l’imperatore bizantino Giustino II invia in Italia suo genero Baduario a capo di un esercito per arrestare la conquista longobarda della penisola. Già impegnati in lunghe guerre contro i persiani, i bizantini non possono inviare un grosso esercito, per questo la missione di Baduario appare da subito un’impresa impossibile. L’Italia infatti è in quegli anni in preda alle scorribande di numerosi gruppi armati di cultura germanica che hanno preso parte all’invasione del 568 guidata dal re dei longobardi Alboino, a cui si erano aggiunti numerosi altri popoli. Le truppe di Baduario entrano in Italia dalle puglie e risalgono la penisola lungo quel che resta delle vecchie strade romane ma ben presto incontreranno gli eserciti longobardi e da qualche parte sugli appennini avrà luogo la battaglia decisiva per le sorti future dell’Italia meridionale.
La giornata di venerdì 13 luglio servirà come giornata introduttiva alla manifestazione storica.
Piano Melaino si trova a circa 1200 metri all’interno del Parco Regionale del Taburno/Camposauro, nella provincia di Benevento, un’oasi di pace che costituirà uno scenario perfetto per l’allestimento storico-rievocativo. La rievocazione rientra in un progetto di valorizzazione del Parco molto più ampio, intitolato “il Risveglio della Dormiente”, portato avanti dal Settore Foreste della Regione Campania e all’Ente Parco del Taburno/Camposauro, che durerà l’intera estate.
A Piano Melaino verrà infatti allestito un doppio accampamento storico-rievocativo costituito da tende, focolari e diverse strutture all’interno dei quali l’Associazione Culturale Benevento Longobarda, insieme ad altri gruppi storici, tra i quali Fortebraccio Veregrense, Numerous Kyntanon, Reenactment Society, Ordine del Lupo, organizzerà momenti di rievocazione storica degli usi e costumi dei guerrieri longobardi e bizantini, unitamente a laboratori di combattimento medievale con spada e scudo e campo di tiro con l’arco storico, finalizzati a far conoscere la quotidianità della civiltà militare longobarda e bizantina.
Momento fondamentale della manifestazione sarà la rievocazione della battaglia campale tra longobardi e bizantini guidati da Baduario, la cui sconfitta consentirà ai longobardi di conquistare l’Italia meridionale. La battaglia si svolgerà il sabato e la domenica.
Al fine di arricchire il programma della manifestazione, verranno organizzate delle “staffette storiche” che accompagneranno i visitatori dal Rifugio (zona parcheggio) al Piano Melaino. Tali staffette saranno realizzate dagli stessi rievocatori, i quali leggeranno dei bandi o metteranno in scena degli sketch che serviranno a far capire agli spettatori il contesto storico entro cui avviene la battaglia del 576.
Sarà possibile campeggiare nei pressi del rifugio, dove sarà allestita anche un’area camper. Durante l’evento il Parco Regionale del Taburno-Camposauro allestirà stand di prodotti tipici del territorio.
Info: www.beneventolongobarda.it

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.