Mer. Lug 24th, 2024

Ill tema della gestione delle aree verdi, intesa come motore di un’economia turistica e culturale green al servizio del patrimonio culturale, è al centro di “Coltivare il Futuro – Giardini Storici e Botanici: dalla gestione alla valorizzazione culturale”, la convention giunta alla seconda edizione che è in programma il 22 marzo alla Reggia di Caserta e il 12 e il 13 aprile con un doppio appuntamento a Procida e Ischia e due convegni a Villa Arbusto.

Il progetto è programmato e finanziato da Regione Campania e attuato da Scabec – Società Campana Beni Culturali per la realizzazione di azioni diffuse sulla competitività regionale sul mercato turistico nazionale ed internazionale, a valere su impegni del Fondo Unico Nazionale per il Turismo – FUNT parte corrente 2023 (D.M. n. 8019 del 19 Aprile 2023) con cofinanziamento a valere su risorse del Programma Operativo Complementare – POC Campania 2014-2020.

L’iniziativa intende stimolare un’attenta riflessione in merito al “sistema del verde storico”, inteso come insieme integrato di giardini, parchi, siti di rilevanza storica, artistica, paesaggistica e rurale d’interesse pubblico; una dimensione cosiddetta green che occupa un ruolo funzionale di organizzazione del paesaggio ed è un elemento centrale nell’ambito della valorizzazione dei beni culturali e delle politiche pubbliche.

Obiettivo del progetto è dunque quello di proporre il miglioramento dell’attrattività e l’ampliamento della fruizione turistico-culturale in modo sostenibile e inclusivo dei Giardini Storici, punto di partenza di conoscenze scientifiche, tecniche, botaniche e ambientali, sviluppate e sedimentate nei secoli, e di quelli Botanici, intesi come presidio fisico e culturale che contribuiscono alla preservazione della componente naturale nell’ambiente urbano e luogo di sperimentazione dell’immagine del paesaggio occidentale tra natura e artificio.

Dopo il successo della passata edizione, si riparte venerdì 22 marzo dalla Reggia di Caserta, luogo ideale per offrire la prima riflessione sulle problematiche di gestione dei Giardini Storici nazionali e internazionali, spazi dalla profonda stratificazione culturale e architettonica che quotidianamente affrontano, per una corretta valorizzazione e fruizione, le sfide di scelte che tengano conto delle loro peculiarità storiche, artistiche e naturali.

Nel corso dell’evento inaugurale un team di esperti composto da istituzioni, architetti docenti universitari tornano a confrontarsi sulle problematiche legate alla gestione e valorizzazione dei Giardini Storici e Botanici con le loro peculiarità storiche, architettoniche e botaniche.

A partire dalle ore 10.00, presso la Sala conferenze Ala della Gran Galleria, ci saranno i saluti istituzionali di Tiziana Maffei, Direttore della Reggia di CasertaFelice Casucci  Assessore alla Semplificazione Amministrativa e TurismoPantaleone Annunziata Amministratore Unico Scabec S.p.A.Luca D’Ambra, Presidente Federalberghi di Ischia e Procida.

A seguire gli interventi di Manfredi Leone, Professore di Architettura del Paesaggio Università di PalermoMassimo Visone, Professore di Storia dell’Architettura dell’Università di Napoli Federico IIAlberto Minelli, Ricercatore Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna.

A moderare l’evento la Dott.ssa Mariangela CatuognoDirettore Scientifico del Progetto “Coltivare il Futuro”.

Alle ore 13:30 i partecipanti potranno partecipare alla visita guidata al Parco della Reggia di Caserta con l’ausilio di navette a cura del Servizio Salvaguardia e Valorizzazione del Parco della Reggia di Caserta.

Gli altri appuntamenti della seconda edizione di “Coltivare il futuro” si terranno 12 e il 13 aprile a Procida e Ischia con due convegni a Villa Arbusto.

La partecipazione agli eventi è gratuita su prenotazione obbligatoria dal sito www.scabec.it o al link https://www.eventbrite.it/e/coltivare-il-futuro-reggia-di-caserta-tickets-865369321937?aff=oddtdtcreator

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.