Grande successo a Eataly NewYork per i prodotti e gli chef della Campania

identitànewyorkcampaniaCentomila visitatori e 25mila pasti a settimana consumati all’insegna dei menu made in Campania e tutto esaurito   nei primi cinque giorni di esposizione per le eccellenze agroalimentari presenti sulla Quinta strada di New York fino a fine ottobre nel megastore Eataly. Sono questi i principali numeri dell’iniziativa realizzata da Unioncamere Campania e dall’amministrazione regionale resi noti dal presidente Maurizio Maddaloni, durante l’evento “Identità Golose” realizzato all’interno della grande struttura newyorkese di Oscar Farinetti, dove nei giorni scorsi si sono alternati ai fornelli i due chef stellati campani, Vitantonio Lombardi e Rosanna Marziale insieme al pluripremiato Massimo Bottura e alla regina della ristorazione italo-americana, Lidia Bastianich.. Secondo le stime di Eataly c’è una fortissima richiesta di prodotti campani da parte dei visitatori americani, ma anche da acquirenti-turisti in Usa provenienti dall’India e dal Brasile, due mercati fortemente interessati alla produzione di eccellenza campana esposti sulla Quinta strada e alle vacanze di mare e nelle città d’arte e nei borghi della regione.  L’iniziativa di Unioncamere Campania, realizzata in collaborazione con Regione è in svolgimento in contemporanea a Chicago, dove è prevista una sessione specifica dedicata al vino campano. A New York, invece, continuano fino a fine mese le lezioni degli chef campani nei laboratori di cucina aperti al pubblico dove è possibile scoprire i segreti della preparazione dei piatti principali della Dieta mediterranea, tutti realizzati con i prodotti in esposizione e in vendita nel megastore di Manhattan.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.