I Protagonisti di “Il Sole nel Piatto” presentano i risultati del corso per Pizzaiole al Carcere Femminile di Pozzuoli

A conclusione del corso per pizzaiole, tenuto dai maestri Coccia, Bachetti e Sorbillo alle detenute della Casa circondariale femminile di Pozzuoli, diretta con sensibilità dalla dottoressa Stella Scialpi, una visibilità di quanto appreso dalle particolari alunne verrà presentata alla stampa accreditata. Il 15 giugno, alle ore 11.00, verranno aperte le porte della casa di detenzione  e la direttrice, che ha accolto entusiasticamente la possibilità di fornire uno strumento lavorativo di base alle detenute una volta dimesse, sarà lieta di ospitare i giornalisti. Verrà mostrato alla stampa, che il periodo passato in isolamento dalla vita comune, di queste 12 persone che hanno frequentato il corso, coordinato dall’Area Educativa dell’istituto, è stato comunque utile per un reinserimento di tutto rispetto nella vita sociale che queste donne affronteranno al termine dell’aver scontata la pena a loro inflitta. I pizzaioli napoletani Enzo Coccia, Attilio Bachetti e Gino Sorbillo, protagonisti del film “Il Sole nel piatto” prodotto da Roberto Gambacorta e realizzato dal regista Alfonso Postiglione, dal 7 maggio si sono fortemente impegnati per trasmettere la loro arte alle detenute.  Sorprendente la risposta da parte delle allieve che hanno affrontato il percorso formativo con grande determinazione meravigliando gli stessi docenti per la rapidità dei progressi. Sostanziale è stato anche l’apporto delle aziende sponsor che hanno dato il loro supporto alla realizzazione del corso fornendo le materie prime necessarie: Stefano Ferrara per il forno, Antico Molino Caputo di Napoli per la farina, Danicoop di Sarno (Sa) per i pomodori, Consorzio della Mozzarella di bufala campana Dop per la mozzarella e Ipack & Trade di Napoli per i contenitori per pizza e l’acqua minerale Ferrarelle. In questa giornata conclusiva del corso alla conferenza stampa moderata dalla giornalista Laura Gambacorta, interverranno: Stella Scialpi, direttrice della Casa circondariale femminile di Pozzuoli, Adriana Tocco, Garante dei detenuti presso il Consiglio regionale della Campania, Adriana Intilla, coordinatrice del corso, Rosario Mattera, ideatore e organizzatore di Malazè, Riccardo Polidoro, presidente associazione “Il Carcere possibile onlus” ed i maestri pizzaioli Enzo Coccia, Attilio Bachetti e Gino Sorbillo.

Al termine della conferenza stampa è previsto un aperitivo a base di pizze preparate dalle corsiste con la collaborazione dei maestri pizzaioli.E’ una splendida iniziativa che, con la pizza, può dare nuove opportunità alle donne del carcere femminile di Pozzuoli.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.