Ven. Apr 19th, 2024
La data, per i milioni di pizzalovers sparsi in tutto il mondo, è di quelle da segnare in rosso. Lunedì 17 aprile torna il Vera Pizza Contest, l’attesissimo campionato mondiale della pizza fatta in casa firmata AVPN (Associazione Verace Pizza Napoletana). Dopo l’enorme successo della passata edizione, che ha visto oltre 1300 pizze presentate, provenienti da 56 Paesi in ogni angolo del pianeta, scatenando una community social di oltre 95 mila like, il challenge presenta una grande novità: il testimone della giuria passa dal popolo di Facebook a una giuria tecnica composta da pizzaioli professionisti ed esperti del settore. Inoltre, al palcoscenico virtuale che caratterizzerà le fasi eliminatorie fino a domenica 7 maggio, in questa edizione 2023 si aggiunge la finalissima di Napoli che vedrà, questa volta in presenza, sfidarsi i primi tre della classifica (lunedì 29 e martedì 30 maggio).
“La decisione di passare dalla giuria cosiddetta popolare a una composta da esperti potrebbe sembrare controcorrente – spiega Antonio Pace, Presidente di AVPN In realtà abbiamo scelto questa nuova modalità per assicurare una selezione delle pizze più meritocratica, senza penalizzare dei talenti magari poco social. Senza dimenticare che la qualità sempre più alta delle pizze in gara ci ha convinto della necessità di richiedere una valutazione quanto più tecnica possibile, seppur basata sulla foto della pizza e sugli ingredienti usati. Va detto che anche quest’anno non trascureremo il mondo social, infatti tutte le pizze in gara saranno visibili dagli utenti sulla nostra pagina Facebook.”
Durante il contest, gratuito e accessibile a tutti, le cui regole sono scaricabili da https://www.pizzanapoletana.org/it/verapizzacontest, i partecipanti potranno esprimere le proprie capacità nell’arte bianca, scegliendo una delle pizze previste dal disciplinare AVPN. Che sia una pizza classica o una variante creativa, il requisito indispensabile della gara è la cottura casalinga, con forno a legna, a gas, elettrico o in friggitrice. La giuria voterà secondo precisi parametri: cottura, forma, impasto e farcitura.
“Per noi è un format essenziale per promuovere la pizza nel mondo – continua Antonio Pace evidenziando la scelta di ingredienti di altissima qualità e le tecniche descritte dal nostro disciplinare. Il grande successo riscosso in tutti i continenti conferma l’internazionalità e il crescente appeal della pizza in tutto il mondo, nonché il valore della nostra associazione. C’è grande attesa per la gara e soprattutto per la finale che per la prima volta sarà dal vivo e offrirà ai finalisti l’opportunità di presentare le proprie creazioni davanti a una prestigiosa giuria, proprio qui nella nostra sede.”
Nella prima fase del contest, dalla mezzanotte di lunedì 17 aprile a domenica 7 maggio, gli aspiranti pizzaioli potranno candidarsi inviando la foto della propria pizza tramite Messenger alla pagina Facebook AVPN @verapizzanapoletana. Seguirà la selezione, da parte dei maestri dell’associazione, che individueranno le migliori 10 pizze in ognuna delle 3 settimane a cui andrà l’iscrizione gratuita al Club della Vera Pizza Napoletana e il nuovissimo Verace Pizza Box. La valutazione finale avverrà nella seconda fase entro il 10 maggio. A questo punto la giuria dovrà stilare la classifica decretando i 3 finalisti che avranno l’onore di realizzare davanti ai giurati, sua maestà la Margherita e una pizza a loro scelta.
I 3 vincitori, oltre a ricevere una madia ed una fornitura di farina Caputo, una selezione di pomodori La Fiammante, di olio Pizzolium e Frienn di Olitalia oltre ad un kit di attrezzature Gi.Metal potranno usufruire, a seconda della loro posizione:
  • Il 1° classificato vincerà un corso professionale base di 9 giorni da svolgere presso l’AVPN School, un forno per pizza Ooni a scelta tra Karu 16, Koda 16 o Volt e la nuova impastatrice Pizza Vita Mia di Pagnossin.
  • Il 2° avrà diritto a un corso professionale avanzato di 3 giorni da svolgere presso l’AVPN School.
  • Al 3° classificato andrà un corso amatoriale di 4 ore da svolgere presso l’AVPN School.

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.