Guida Michelin, solo due nuove stelle in Campania, ancora a bocca asciutta Caserta

E’stata svelata oggi la nuova selezione di stelle Michelin per il 2023.  Si attendeva un bottino in linea con quello  degli ultimi anni in Campania con una crescita delle due stelle e tanti nuovi ingressi, invece solo due le new entry : Maeba Restaurant, dello chef Marco Caputi, Ariano Irpino (Avellino) e Sensi Restaurant, dello chef Alessandro Tormolino, Amalfi (Salerno). A bocca asciutta rimane la provincia di Caserta che, dopo aver perso lo scorso anno Rosanna Marziale, anche quest’anno tifava, con tutto il sostengno dell’informazione gastronomica regionale,   per il talentuoso  Domenico Marotta di Castel Campagnano, ancora una volta snobbato dai giudici internazionali dell’omino.

Campanissimo il big dei big  Antonino Cannavacciuolo,  tre stelle ma nella  nordissima Orta San Giulio con  Villa Crespi

Vedremo in Campania se ci sono perdite di “stelle” man mano che viene snocciolata la classifica. Tra le novità una stella verde per Il Mirto di Forio d’Ischia.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.