Miglior vino Asprinio autoprodotto, il verdetto della gara di Cesa verso l’ Asprinum Festival

Si avvicina l’appuntamento con l’Asprinum Festival che si svolgerà la prossima settimana dal 29 settembre al 2 ottobre. Per entrare nel vivo della manifestazione, dove il protagonista indiscusso sarà, come sempre, il vino Asprinio, la Pro Loco ha rinnovato uno degli appuntamenti che, da anni, sono propedeutici alla manifestazione, ossia la Gara del Vino Asprinio che si è svolta mercoledì 21 settembre presso la sede dell’associazione. La giuria di esperti ed amatori così composta: Giovanni Coppola (Fiduciario Slow Food), Pasquale Del Pretre (Associazione Cuochi Slow Food), Nicomede Di Michele (Presidente dell’Associazione Fracta Sativa Unicanapa), Nicola Numeroso (cantina I Borboni), Stefano Verde (Professore), Ettore Fierarossa ( Degustatore Ufficiale Ais Advisor Aversa Doc) e Ciro Russo (Degustatore Ufficiale Ais Advisor Aversa Doc) con il coordinamento di  Alfredo Oliva. Ben quattordici bottiglie assaggiate dai giurati frutto del lavoro dei viticultori partecipanti all’iniziativa e il primato di Miglior Vino Asprinio annata 2021 è andato a Francesco Ferraro, 

a cui ha fatto seguito in seconda posizione Cesario Esposito ed in terza Ludovico Guarino.

“L’organizzazione di questa gara – ha affermato il presidente Angela Oliva – vuol dire dare il giusto risalto dell’autoproduzione del Vino Asprinio, fondamentale per la nostra comunità poiché vuol dire mantenere vive le tradizioni e promuovere le eccellenze locali. Il ringraziamento va, quindi, alla tenacia e alla dedizione dei quattordici viticultori partecipanti nonché al socio Egidio Bencivenga con il team Pro Loco che da anni preparano meticolosamente la gara”.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.