Acino’ #nonèunafiera ma una bella rassegna sul vino naturale e sostenibile. Ad Avellino

Acino’ il primo evento della Campania dedicato ai vini naturali che diventa l’enoteca a cielo aperto più grande d’Italia, in programma dal 21 al 23 maggio, presso l’edificio storico il Complesso monumentale ex Carcere borbonico di Avellino

L’evento è ideato da Visit Irpinia, start up innovativa irpina, in collaborazione con la Soprintendenza di Avellino e Salerno, con il sostegno dell’Istituto Agrario ‘F. De Sanctis’ di Avellino e con il patrocinio della Provincia e del Comune di Avellino. Un weekend che mette insieme una collettiva di etichette nazionali ed internazionali, accuratamente selezionate e presentate dai migliori operatori campani nel bancone più grande d’Italia. Gli enotecari campani saranno veri ambasciatori della produzione più autentica e artigianale del mondo del vino.

 

#nonèunafiera è l’hashtag identificativo della manifestazione. Un’etichetta che sintetizza il format di un evento pensato per diffondere e comunicare le buone pratiche della produzione in vigna e in cantina del vino naturale, agli addetti del settore e al grande pubblico.

 

IL PROGRAMMA 

Sabato 21 maggio (dalle 19 alle 24), si apre con ‘Anteprima Acino’.

Le cantine irpine saranno raccontate dallo storyteller Sandro Tecce (Winyl – Vini e Vinili), impegnato a raccontare i vini naturali attraverso il territorio e le sue tradizioni.

 

*Le cantine irpine presenti sul bancone di Acino:

Adelina Molettieri

Boccella

Il Cancelliere

La Cantina di Enza

Cantina Giardino

Cantine dell’Angelo

Cantina del Barone

Casa Brecceto

De Beaumont

Di Pietro

Nardone

Vallisassoli

Luigi Tecce

Tinessa

 

 

 

Domenica 22 (dalle 17 alle 22) parte ufficialmente la prima edizione di ‘Acino’. Il bancone sarà presieduto da Roberto Buglione De Filippis de La Posta, vineria antesignana dei vini naturali a Grottaminarda (Av), ed ex stazione di posta del 1774, già dichiarata monumento nazionale e fucìna della cultura ‘naturale’.

 

Nella stessa giornata, V.I.T.I. – Vignaioli in terra d’Irpinia – (associazione che rappresenta tre affermate cantine irpine (Il Cancelliere (Montemarano), Cantina del Barone (Cesinali), Cantine dell’Angelo (Tufo)), guiderà la masterclass “V.I.T.I. e territorio, storytelling delle Docg irpine”.  Il collettivo associativo incarna la filosofia produttiva destinata alla promozione e alla ricerca delle produzioni di qualità, prodotte con l’utilizzo esclusivo di metodi tradizionali biologici, Taurasi, Fiano e Greco di Tufo saranno i veri protagonisti della degustazione narrata da Claudio Panetta (Il Cancelliere), Luigi Sarno (Cantina del Barone) e Angelo Muto (Cantine dell’Angelo)

 

Masterclass “V.I.T.I. e territorio, storytelling delle Docg irpine”

Nero Né Taurasi Docg 2007 – Il Cancelliere

Nero Né Taurasi Docg 2015 – Il Cancelliere

Particella 928 Fiano IGP 2016 – Cantina del Barone

Particella 928 Fiano IGP 2019 – Cantina del Barone

Miniere Greco di Tufo Docg 2017 Cantine dell’Angelo

Miniere Greco di Tufo Docg 2019 Cantine dell’Angelo

 

 

Le cantine di domenica 22 maggio nazionali e internazionali:

 

Cantine Italiane + *cantine irpine

Arnaldo Rossi – Toscana

Az. Agricola Il Rio – Toscana

Stefano Amerighi – Cortona – Toscana

Il Farneto Emilia Romagna

Podere Sottoilnoce – Emilia Romagna

Caccianemici – Emilia Romagna

Podere Pradarolo Emilia Romagna

Cascina Gasparda – Piemonte

Cantina Ortaccio – Lazio

Podere Veneri Vecchio – Campania Bn

Canlibero – Campania Bn

Tenuta Maraveja – Veneto

Az. Agricola Farnea – Veneto

Roccolo di Monticelli – Veneto

Ombretta Agricola – Veneto

Muni – Veneto

Tenuta Grillo Piemonte

Cascina Boccaccio – Piemonte

Paride Chiovini – Piemonte

L’Acino Vino – Calabria

Cantina Pantun – Puglia

Celler Escoda Sanahuja Terracina Es

‘A Vita Cirò – Calabria

Azienda Agricola Camerlengo – Basilicata

Raina – Umbria

Az. Agricola Barraco – Marsala- Sicilia

 

 

Cantine internazionali:

Raùl Calle Viticultor – Spagna

Brendan Tracey – Loire – Fr

Weingut Bergkloster – Germania

Clot de l’Origine – Languedoc-Roussillon Fr

Clot de les Soleres – Spagna

Alain Cavaillès – Languedoc-Roussillon – Fr

Clément & Fils – Champagne Fr

Domaine Kleinknecht – Alsace Fr

Mlečnik – Slovenia

Weingut Edgar Brutler – Romania

Weingut Heinrich – Austria

Leo Dirringer – Alsace Fr

Mathieu Apffel – Savoie – Francia

Domaine Des 2 Anes – Languedoc – Fr

Guillaume Chanudet  – Beaujolais Fr

Nicolas Chemarin – Beaujolais Fr

Georgeton Rafflin – Champagne Fr

Overnoy-Crinquand -Jura Fr

Demaine d’Ici Là – Francia

 

 

Lunedì 23 maggio (dalle 13 alle 16), la cucina di Tratturì – Transumanza Gastronomica e chef Mirko Balzano incontra i produttori e gli operatori di settore in ‘Colazione con i vignaioli’. Gli elementi dell’enogastronomia irpina saranno i vettori della cucina più autentica della provincia di Avellino, rielaborati e proposti in abbinamento alle etichette della lavagna dell’esclusivo bancone di Acino.

 

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.