I Goal del Napoli al Bologna diventano Mozzarelle dop per Felicori, tradizione rispettata

Si possono trasformare i Goal del Napoli Calcio in Mozzarelle di Bufala Campana dop ? Certo se si vive una “ tradizione”  che va avanti da diversi campionati …per l’ex Direttore bolognese  della Reggia di Caserta ed oggi Assessore alla Cultura della Regione Emilia Romagna Mauro Felicori. Con il Consorzio di Tutela che non dimentica la scommessa fatta un pò di anni fa ….e  dimostra  come i legami di sport ed enogastronomia  resistono al tempo, cementando rapporti con le comunità. E’ Mauro Felicori stesso, grande tifoso bolognese,  a raccontare in un post su Facebook,  l’arrivo a casa sua sotto le due torri  di 3 palle di Mozzarella direttamente dal Consorzio di Tutela dopo la batosta per 3 a 0 conseguita dai rossobù la scorsa settimana al San Paolo…..e con una voglia matta, prima o poi, di… restituire  i “regali” dei palloni subiti dagli emiliani  che vanno avanti da diversi anni…. con  mortadelle da mezzo kg l’una…. Ecco il suo post :

Ebbene sì, sono arrivate, e sono tre, mezzo chilo l’una, la taglia secondo me perfetta. E’ una abitudine dei ragazzi, amici, tutti di fede napoletana, del Consorzio Mozzarella Di Bufala Campana Dop, iniziata quando ero direttore della Reggia di Caserta: per ogni goal inflitto dal Napoli al Bologna una mozzarella in regalo, un po’ per irridermi, un po’ per consolarmi. Ci sono state partite memorabili, come il 6-0 e il 7-1, quando dovevano vendicare il terribile goal di Kone al San Paolo dell’anno prima, che tanto li aveva afflitti. Stavolta abbiamo preso tre goal, tre mozzarelle. Ma prima o poi mi vendicherò! Anche la mortadella si fa in confezioni da mezzo chilo!

Mauro Felicori è sempre appassionato del buono e del bello della Campania e siamo sicuri che degusterà le tre mozzarelle insieme con l’Asprinio di Tenuta Fontana, in attesa del Pallagrello di prossima uscita grazie al progetto Vigna Borbonica gestito proprio da Tenuta Fontana grazie ad una progettualità  di valorizzazione  messa in campo negli anni della sua gestione del monumento vanvitelliano.  

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.