Emergenza Covid, l’impegno delle Pro Loco casertane

L’Unione delle Pro Loco Italiane della provincia di Caserta promuove le iniziative che sono in campo per il sostegno dei cittadini in difficoltà a causa delle criticità conseguenti alla diffusione del COVID-19.

Secondo la presidente UNPLI Caserta, Maria Grazia Fiore:  “il mondo delle pro loco è pienamente coinvolto in questo momento drammatico per le nostre comunità: siamo tutti uniti nella battaglia contro un nemico che agisce nell’oscurità e tende a portarci via la nostra essenza di essere umani, esseri soprattutto animali sociali. Insieme ce la possiamo fare appellandoci  al nostro senso di appartenenza alla nostra famiglia, al nostro paese, alla nostra Italia. Ringrazio a nome di tutte le pro loco casertane i professionisti, che, così come stanno facendo tanti cittadini responsabili, e sono veramente tanti, danno un forte contributo nel sostenere le fragilità umane messe duramente alla prova da questo tragico momento“.

Nicole Cusano e Chiara Caldarelli, con il loro progetto “lopsicologoce” (lopsicologoce@libero.it – tel 3206153015), Lisa Fiorillo, progetto  “Lo psicologo online” (lisafiorillo1@gmail.com – 3890003266) e  Nadia Ersilia Atzori (nadiaersilia@gmail.com – 3332541028) , forniranno supporto psicologico.

La nutrizionista, Pasqualina Lepore, con il progetto “Nutrirsi Bene per Vivere Meglio… Anche restando a Casa”, (pasqualinalepore@yahoo.it – 3386318649,  erogherà consigli alimentari e l’assistente sociale Carmelina Petteruti, progetto “Strumento di Sostegno al Reddito – Domande e Risposte”, (3287827918) fornirà un  supporto esplicativo nell’elaborata materia del sostegno al reddito in questo periodo così complicato.

Grazie a professioniste che volontariamente mettono a disposizione le proprie competenze, riusciremo a riappropriarci del nostro equilibrio e del nostro benessere, restando uniti nella battaglia contro un nemico oscuro che mortifica la natura umana.

Attraverso i canali social, o direttamente i contatti telefonici, sarà possibile accedere ai servizi offerti per l’emergenza psicologica, sociologica e alimentare, ricevere un consulto, un consiglio o un sostegno immateriale.

Nel frattempo le pro loco casertane ed altre associazioni che operano nel territorio provinciale, hanno promosso una serie di iniziative tese al coinvolgimento dei cittadini pur essendo questi ultimi confinati nelle proprie case. A breve ne sarà pubblicata la tipologia e la mappatura.Insieme ce la faremo!

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.