I fiori della Campania per l’addobbo delle Universiadi

L’inimitabile stile campano dell’arredo floreale addobba da ieri l’area hospitality della Stazione Marittima di Napoli e ha colorato lo Stadio San Paolo, dove il 3 luglio si è tenuta la cerimonia di apertura dell’evento, e i villaggi che ospiteranno gli atleti provenienti da ogni parte del mondo.

Gaia Florum, con il supporto del Consorzio Produttori Florovivaisti della Campania e in collaborazione con gli operatori del settore Cooperativa Sant’Antonio, Original Flower, La Nuova Floricoltura Meridionale, Vivai Vesuviani Ambrosio, Vivai Cascone Luigi, Azienda Florovivaistica Colonna, Vivai Buono e Aziende florovivaistiche Angelo Cannavacciulo – omaggerà con un simbolo floreale made in Campania tutte le delegazioni sportive che parteciperanno all’evento e tutti gli atleti che saliranno sul podio.

“Uno sforzo importante per il nostro comparto. L’Universiade Napoli 2019 rappresenta una vetrina unica per la promozione e il rilancio della nostra regione. Quotidianamente, con il nostro lavoro, esportiamo in tutto il mondo il bello della Campania. Vogliamo inondare, simbolicamente, questo evento sportivo con i colori dei nostri fiori, che rappresentano un terzo dell’intera produzione florovivaistica italiana” – dichiara Vincenzo Malafronte, presidente di Gaia Florum.

Gaia Florum Spa è la società che realizzerà e gestirà il mercato florovivaistico più grande d’Italia. Il mercato sorgerà a Torre Annunziata, ai confini con Castellammare di Stabia e Pompei. L’area sarà operativa h24 non solo con la vendita e la distribuzione di fiori, ma anche con la realizzazione di eventi e kermesse che facciano crescere la cultura florovivaistica.

Il Consorzio Produttori Florovivaisti della Campania è nato nel 2014 dall’idea di diversi imprenditori del settore: l’obiettivo è valorizzare il comparto e assicurare un adeguato collegamento tra le fasi di produzione, commercializzazione, ricerca, innovazione e marketing.

logo regione campania

www.regione.campania.it

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.