Al Via Come il Maggio sui Maccheroni-Festival delle Paste nella Napoli del ‘600

comeilmaggiosuimaccheroniTutto pronto per la prima de “Come il maggio sui maccheroni – Festival delle paste nella Napoli del ‘600” che si svolgerà dal 29 maggio al 2 giugno presso il cortile della chiesa di Santa Chiara. L’evento è promosso dalla CNA di Napoli, dalla Compagnia della Qualità e dall’Associazione Oltre il Giardino con il sostegno della Camera di Commercio di Napoli e con il  patrocinio del Comune di Napoli.

Main sponsor dell’evento sono Gal Cilsi e Parco Letterario Francesco de Sanctis.La Pasta, con i suoi produttori, la sua storia, il suo gusto sarà la protagonista assoluta di cinque giorni di eventi nel cuore antico di Napoli. Insieme alla pasta e ai prodotti tipici del territorio costituenti l’architrave della dieta mediterranea rivivranno lo spirito, i colori, i suoni della Napoli del ‘600 animata da attori, artisti e figuranti che animeranno con le loro canzoni, musiche, azioni teatrali e artistiche le giornate dell’evento.

La cucina avrà la forma di una taverna del 600e avverrà in collaborazione con allievi e docenti dell’Istituto Alberghiero Vittorio Veneto di Secondigliano Scampia.  Diverse saranno le degustazioni guidate da parte dei pastifici. Domenica 1 giugno alle ore 12 ci sarà Pietro Parisi (chef resident del ristorante “Era Ora” di Palma Campania) che si esibirà in un cooking show con la pasta di grano Senatore Cappelli, coltivato in Alta Irpinia nei luoghi amati e descritti da Francesco De Sanctis.

Le cinque giornate saranno animate da incontri con studiosi, giornalisti e chef come Michele Mezza, Livia Iaccarino, Marino Niola, Michele Mirabella e Giulio Giorello che renderanno il chiostro di Santa Chiara, per l’occasione trasformato in villaggio della pasta, un interessate centro di discussione su tema enogastronomico.

Un focus sarà dedicato alla pasticceria napoletana; è nel Seicento, infatti,   a Napoli, che nascono straordinari prodotti di pasticceria.

Per l’evento sono stati ideati due concorsi dedicati al ragù e alla genovese, due  tra i piatti più celebri della cucina napoletana. Una giuria qualificata giudicherà i sughi decretando il vincitore per ogni categoria. In palio 20 kg di pasta e un weekend presso l’Approdo Resort Thalasso spa.

Tutto il programma su www.comeilmaggiosuimaccheroni.it

 

 

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.