Senza fissa dimora ed extracomunitari, ristoranti pronti all’assistenza

Il “cuore” dei ristoratori casertani non lascia ma raddoppia nell’assistenza con pasti caldi ai senza fissa dimora ed agli extracomunitari, secondo il piano concordato con la Comunità di Sant’Egidio e con la Comunità Parrocchiale di Sant’Anna e partito lo scorso anno sulla scia dell’entusiasmo suscitato dal riuscito pranzo di Natale organizzato nel Tempio in piazza Marconi.

In pratica a distanza di un anno i ristoranti partecipanti all’operazione assistenziale sono raddoppiati e in questo modo sono stati raddoppiati i pasti e ogni settimana il Mercoledì, secondo le intese con le associazioni assistenziali, è garantito un pasto caldo a 90 senza fissa dimora e extracomunitari, distribuito in monoporzioni da un gruppo di volontari.

Da Mercoledì 5 Ottobre il via alla iniziativa, che vede impegnati i seguenti ristoranti di Caserta: Le Colonne, Locanda Battisti, Leucio, La Castelluccia, Massa, Locanda delle Trame, Soletti, Vanvitelli e Jolly Hotel, More Restaurant, Angolo Verde, Hotel Belvedere, Crowne Plaza, Fratelli La Bufala.

A coordinare il progetto, d’intesa con i responsabili della Comunità di S. Egidio e di S. Anna, la Chef Rosanna Marziale, promotrice l’anno scorso del pranzo di Natale nella Chiesa a S.Anna, quando venne lanciato lo slogan “buoni non una volta l’anno, e cioè a Natale, ma appunto tutto l’anno”, e che determinò il prosieguo dell’assistenza a un primo gruppo di 40 persone, oggi più che raddoppiato. Un prologo certo significativo al pranzo di Natale 2011, che potrebbe diventare il volano per un ulteriore ampliamento del benemerito progetto.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.