La Fiera di Calitri (Av) punta sull’agroalimentare

Dopo aver annunciato un nuovo ed originale connubio con l’imprenditoria tessile locale, la Fiera di Calitri rilancia anche sul fronte agroalimentare. Ci sarà infatti anche l’Ismea, Istituto per i Servizi del Mercato Agricolo Alimentare, alla Interregionale altirpina di scena dal 29 agosto al 6 settembre. L’ente pubblico economico (nato con l’accorpamento dell’Istituto per Studi, Ricerche e Informazioni sul Mercato Agricolo e della Cassa per la Formazione della Proprietà Contadina) ha inoltre assicurato la collaborazione con il Settore Tecnico amministrativo provinciale Agricoltura di Avellino. Si tratta di una notizia importante visto che la rassegna altirpina, organizzata e gestita dall’Eapsaim (Ente Autonomo di promozione e Sviluppo Aree Interne del Mezzogiorno, composto dal presidente Giuseppe Di Milia, dal vice Antonio Campana, dai consiglieri Salvatore Caruso, Lucia Di Cairano, Luigi Di Cecca, Giuseppe Galgano, Francesco Gallo, Antonio Gautieri, Alessandro Pasqualicchio) riserva grande spazio al settore dell’agricoltura, soprattutto alla luce della nuova programmazione comunitaria 2007-2013. L’Ismea, inoltre, nell’ambito delle sue funzioni istituzionali, anche attraverso società controllate, realizza servizi informativi, assicurativi e finanziari e costituisce forme di garanzia creditizia e finanziaria per le imprese agricole e le loro forme associate al fine di favorire l’informazione e la trasparenza dei mercati, agevolare il rapporto con il sistema bancario e assicurativo, favorire la competitività aziendale e ridurre i rischi inerenti alle attività produttive e di mercato. L’Ente affianca poi le Regioni nelle attività di riordino fondiario, attraverso la formazione e l’ampliamento della proprietà agricola, e favorisce il ricambio generazionale in agricoltura in base ad uno specifico regime di aiuto approvato dalla Commissione europea. Si tratta, dunque, di una presenza di spicco per le realtà agricole che si affacceranno alla fiera.

Intanto, scade venerdì 31 luglio il bando di partecipazione alla fiera interregionale di Calitri: l’evento di riferimento per tutte le realtà produttive dell’Alta Irpinia. Diverse le novità in cantiere per l’edizione 2009, a partire dalla durata della rassegna che si allunga di ventiquattro ore: le imprese potranno esporre i propri prodotti per nove giorni, da sabato 29 agosto a domenica 6 settembre. Aumentano anche i metri quadrati fruibili all’interno della struttura fieristica, di proprietà della Comunità Montana Alta Irpinia, con l’aggiunta di un nuovo padiglione di circa 1. 500 metri quadri. La superficie complessiva di esposizione sarà dunque pari a 15 mila metri quadri. Infine, i vertici dell’ente stanno lavorando a un progetto che potrebbe diventare presto operativo: una partnership interregionale tra la Campionaria e l’analoga struttura fieristica che opera in Basilicata.

Alessandro Tartaglione

Direttore Responsabile di Campania Slow | Contatto Facebook: http://www.facebook.com/a.tartaglione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.