Il cece “in trono” nella seconda giornata di Cilento Delizie a Cicerale

Quanti e quali sono i piatti che è possibile cucinare con i ceci? Tutti i segreti di questo prelibato legume e del suo uso in cucina saranno svelati in occasione della seconda giornata di Cilento Delizie – Fiera nazionale dei prodotti biologici in corso a Cicerale dal 10 al 12 agosto.

Sarà il cece, infatti, l’argomento clou della seconda giornata, domani, quando verrà presentato in anteprima il libro di Giovanna Voria “Cucinare con i ceci”. Lunedì 11 agosto l’appuntamento è alle 21 con il giornalista del “Mattino” e scrittore di numerose guide enogastronomiche Luciano Pignataro, che presenterà il libro con Giovanna Voria. Interverranno Domenico Corrente, presidente Meridionale Multiservice spa della Provincia di Salerno e il giornalista Rai Gerardo Antelmo, modererà l’incontro la giornalista Maristella Di Martino.

I ceci sono un legume fondamentale nella dieta del Centro-Sud: quelli di Cicerale hanno un’antica tradizione, da cui hanno origine persino il nome del paese e lo stemma municipale. Una tradizione regolata anche da un disciplinare comunale di produzione rigido emanato dall’allora sindaco Domenico Corrente e dall’ex assessore Gerardo Antelmo, che ha dato i suoi risultati sia qualitativi che commerciali valorizzando il lavoro dei campi e ristorando con il giusto reddito la fatica nei campi e il rischio. Tra le altre cose, ad esempio, non è consentito irrigare il terreno.

I ceci di Cicerale sono piccoli, molto simili alle cicerchie, e sono utilizzati dall’antipasto al dolce nella tradizione, perché in grado di regalare le proteine necessarie ai contadini. Oggi sono le proteine moderne, a basso impatto ambientale, anima della dieta mediterranea.

Giovanna Voria è una delle interpreti di questa tradizione, arricchita dalla sua creatività e dall’esperienza accumulata sul campo perché gestisce da dieci anni uno degli agriturismi migliori nel Parco del Cilento, l’Agriturismo Corbella di Cicerale. Qui la cucina cilentana è esaltata dalla ricerca dei prodotti e dallo studio sui sapori.

In oltre 200 ricette, Giovanna Voria presenta questa tradizione con un ricettario facile e pratico, da ripetere, volendo anche a casa. E’ la prima volta che un professionista cilentano scrive un libro mettendosi in gioco. Un rischio e una fatica ben ripagate dal volumetto delle Edizioni dell’Ippogrifo. Un nuovo piccolo tassello allo straordinario lavoro di ricognizione sul territorio di un piccolo editore che, passo dopo passo, si è imposto sul mercato.
Il volume ha la prefazione di Luciano Pignataro ed è arricchito dai testi di Domenico Corrente e Gerardo Antelmo, oggi giornalista esperto di Enogastronomia.

Anche domani gli oltre 100 stand apriranno alle 19 . Tra i prodotti che sarà possibile conoscere e acquistare i celebri ceci di Cicerale, ma anche i fagioli di Controne, la nocciola tonda di Giffoni, le cipolle di Vatolla, i carciofi di Paestum, la mozzarella di bufala e i fichi del Cilento Dop, i 4 presidi “Slow food” (cacioricotta, mozzarella con la mortella, alici di Menaica, soppressata di Gioi), il formaggio di capra, i salumi di bufalo, castagne, olio extravergine e i vini delle più note aziende cilentane.

La serata sarà arricchita dall’esibizione del gruppo folk internazionale “O Revuotapopolo” e del gruppo “I Tammorrati del Vesuvio” per le vie del paese.

Per informazioni: Comune di Cicerale: tel. 0974-834021

Alessandro Tartaglione

Direttore Responsabile di Campania Slow | Contatto Facebook: http://www.facebook.com/a.tartaglione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pentole Professionali