Al via gli “Stati Generali del Vino in Campania” ad Avellino

Due giorni dedicati alla filiera vitivinicola regionale e nazionale, quattro sessioni, relatori di rilevanza nazionale ed internazionale, un press tour con giornalisti provenienti dagli Stati Uniti, dal Giappone, dalla Germania, dall’Austria, dalla Francia, dall’Olanda e dall’Italia, numerosi eventi collegati alla manifestazione, dalle degustazioni ai momenti dedicati alle produzioni agroalimentari d’eccellenza, all’artigianato e a molto altro ancora.

Questi sono in sintesi i numeri degli Stati Generali del Vino in Campania, evento promosso dalla Regione Campania che si svolgerà i prossimi 6 e 7 marzo ad Avellino, presso l’auditorium della Banca della Campania, a Collina Liguorini. Le quattro sessioni dei due giorni di convegno si concentreranno su tematiche diverse, per offrire una panoramica completa ed esaustiva dell’argomento. Si parte il 6 marzo, alle ore 9, con l’apertura degli Stati Generali del Vino in Campania con la prima sessione dedicata a “Lo scenario internazionale”.

Dopo il saluto del Sindaco di Avellino Giuseppe Galasso, aprirà i lavori l’Assessore all’Agricoltura e alle Attività Produttive della Regione Campania Andrea Cozzolino. Poi comincerà la prima sessione, che sarà moderata dal giornalista de “Il Mattino”, vincitore del Premio “Veronelli” 2008, Luciano Pignataro. Interverranno Mario Fregoni, direttore dell’Istituto Frutti/Viticoltura dell’Università Cattolica Sacro Cuore di Piacenza, su “Viticoltura mondiale ed esempi di globalizzazione”; J. R. Fernandez, Segretario Generale Comitè Vins di Bruxelles, su “Il vino in un mercato senza confini”; Stefano Raimondi, Istituto Nazionale per il Commercio Estero, su “Commercio internazionale del vino: tendenze e prospettive”. Alle ore 11 il coffee break e, a seguire, i lavori riprenderanno con Helmuth Koecher, Presidente del Merano International Wine Festival, su “Il Vino: valore economico e culturale di un territorio nell’economia globale”. Concluderà la prima sessione Teresa De Matthaeis, Dirigente Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali, su “OCM Vino: opportunità per la filiera”. Alle 12.30 si terrà la discussione.

La seconda sessione si aprirà alle ore 15 e verterà su “Una panoramica su l’Italia del Vino”. Modererà i lavori Antonio Corbo, caporedattore de “La Repubblica”. Interverranno Piero Mastroberardino, Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università degli Studi di Foggia, su “Brand e territorio: tra competitività e sviluppo armonico della filiera”; a seguire Ettore Ponzo, Responsabile Settore Sviluppo Produzioni Vegetali della Regione Piemonte; Lamberto Vallarino Gancia, Presidente Federvini – Cantine Gancia; Stefano Romagnoli, Direttore Generale Toscana Promozione – Regione Toscana; Renzo Cotarella, Amministratore Delegato Marchesi Antinori srl; Giuseppe Bursi, Dirigente Interventi Strutturali comparto Viticoltura – Assessorato Agricoltura Regione Sicilia; chiuderà la seconda sessione Lucio Tasca d’Almerita, Cantine Conte Tasca d’Almerita. A seguire la discussione.

La terza sessione si aprirà sabato 7 marzo alle ore 9.30 e avrà come tematica portante “Analisi di un sistema territoriale: la Campania”. Interverranno, moderati da Gimmo Cuomo del “Corriere del Mezzogiorno”, Eugenio Pomarici, Professore Associato – Dipartimento di Economia e Politica Agraria – Università degli Studi di Napoli Federico II, su “Filiera del Vino in Campania – Struttura e Competitività”; Raffaele Cercola, Professore Ordinario di Marketing – Dipartimento di Strategie Aziendali e Metodologie Quantitative – Seconda Università di Napoli, su “Marketing territoriale e sviluppo turistico delle aree a vocazione vitivinicola”; Luigi Moio, Professore Ordinario di Enologia – Università degli Studi di Napoli Federico II – Corso di Laurea Enologia e Viticoltura sede di Avellino, su “Analisi del fenomeno enologico campano degli ultimi quindici anni e prospettive future”. Dopo il coffe break interverranno Giuseppe Allocca, Coordinatore Assessorato Regionale Agricoltura e Attività Produttive, su “Programmi di sostegno regionali a favore dello sviluppo integrato del territorio”. Chiuderà i lavori Claudio Velardi, Assessore al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Campania, su “Valorizzazione e promozione degli attrattori turistici in una “logica di sistema” – Il polo del vino in Irpinia: un percorso tra le eccellenze del territorio”. A seguire la discussione.

La quarta sessione sarà una tavola rotonda su “Prospettive per la filiera vitivinicola in Campania”, in programma alle ore 15, che sarà moderata da Giuseppe Allocca, Coordinatore Assessorato Regionale Agricoltura e Attività Produttive. Parteciperanno Andrea D’Ambra, Nucleo Promotore Campania Wine Group, Costantino Capone, Vice Presidente UNIONCAMERE Campania, Raffaele Esposito, Vice Presidente ANCI Campania, Donato Cufari, Presidente UNCEM Campania, Raffaele Coppola, Direttore ISA-CNR Avellino, Raffaele Beato, Osservatorio dell’Appennino Meridionale, Gennaro Masiello, Presidente Regionale Coldiretti, Antonio Grasso, Presidente Regionale CIA, Michele Pannullo, Presidente Regionale Confagricoltura, Lucio Mastroberardino, Consorzi di Tutela Vini Regionali, Antonio Buono, Vice Coordinatore Regionale Associazione “Città del Vino”, Carmine Valentino, Assessore Agricoltura Provincia di Benevento, Domenico Dell’Aquila, Assessore Agricoltura Provincia di Caserta, Francesco Borrelli, Assessore Agricoltura Provincia di Napoli, Corrado Martinangelo, Assessore Agricoltura Provincia di Salerno. Concluderà i lavori, alle ore 17.30, l’Assessore all’Agricoltura e alle Attività Produttive della Regione Campania, Andrea Cozzolino.

Alessandro Tartaglione

Direttore Responsabile di Campania Slow | Contatto Facebook: http://www.facebook.com/a.tartaglione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.