Dom. Apr 14th, 2024

Abbiamo già scritto sulla bella festa della cultura  contadina di Ruviano che si apre in settimana con tre giorni fra delizie enogastronomiche e folklore in questa perla dell’alto casertano. Dal 18 al 20 protagoniste saranno le eccezionali prelibatezze che da sole valgono la visita all’antico borgo medievale.

Anche gli Hamburger Bolaca di Perol Carni ci saranno,  questo il comunicato che annuncia il  di protagonismo dei panini con hamburger Bolaca di Perol Carni. “Eventi come questi -spiegano i dottori della carne Alberto Rossetti e Massimiliano Peretti- sono lo scenario giusto per proporre la carne sostenibile e di qualità del progetto Bolaca. Sicuramente il giudizio dei consumatori sarà positivo e consentirà di fare il punto su quanto realizzato dal progetto nato per valorizzare il patrimonio zootecnico bovino, integrare maggiormente il settore da latte e quello da carne e potenziare dal punto di vista quantitativo e qualitativo la produzione di carne bovina regionale”.

L’evento è finanziato dall’Unione Europea e dal Ministero della Cultura, con il patrocinio del comune di Ruviano. A promuoverlo è la Pro Loco “Raiano”, guidata dal presidente il colonnello Pasquale Di Meo, in collaborazione con Unpli Caserta e Sannio Mondialfolk.

Oltre ai panini della Perol si potranno gustare altre specialità gastronomiche  come il caciocavallo impiccato dell’Agriturismo Tre Pigne, la zuppa del contadino con fagioli e ceci dell’azienda Gianluigi Coppola, la fresella con pomodoro riccio De.Co (Denominazione comunale) di Saecularis, il dolce dell’azienda KM0 di Lorenzo Di Meo e il vino Pallagrello della Cantina Di Matteo.

“Sono davvero tanti i motivi per venirci a trovare a Ruviano” proseguono a raccontare i dottori della carne che aggiungono: “Oltre a degustare i panini di carne Bolaca c’è la possibilità di  visitare la Mostra Itinerante dedicata a Luigi Vanvitelli allestita per celebrare i 250 anni dalla sua scomparsa. Prevista tanta musica con  i gruppi folkloristici: I Tammurriarè, La Takkarata di Fragneto Monforte, Zig-Zaghini di San Giovanni in Galdo (CB). A dare una nota internazionale ci penseranno i gruppi di Colombia, Messico, e Kenia”.

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.