Dom. Apr 14th, 2024

Giovanissimi chef da conoscere? Uno lo abbiamo scovato presso il bel ristorante casertano L’Amo, specializzato nella cucina di pesce. Si tratta di Gianmarco Cirrone che capeggia la brigata del locale di vico Mascagni n. 10 dall’alto dei suoi 25 anni. Arriva qui dopo un percorso di formazione non banale: Rosanna Marziale, Cristoforo Trapani, Enrico Bartolini, un girovagare tra stelle d’Italia che gli ha donato di certo quella sicurezza che si può ritrovare nelle sue proposte,  inserite nel nuovo menù estivo di L’Amo: un viaggio nautico che ci consente di giungere all’ APPRODO, così come scritto nel menù, con lo shiso croccante, gambero, caviale e lime che ci dona la giusta croccantezza in grado di  consentirci  ora di SALPARE, con le nuvole di mare di polpette di baccalà, patate, rosmarino, su vellutata di ceci di Cicerale, forse  di maniacale equilibrio per chi si attende di ritrovare una prevalenza  di baccalà al primo morso, ma necessaria per intraprendere la NAVIGAZIONE, con un ben fatto risotto rapa rossa, julienne di calamari e cremoso di gorgonzola;  qualcuno dirà, già visto! Si  Ma…davvero ben fatto, piacevole, suadente, un piatto da scegliere ancora,  mentre poi si va ad incrociare un canto della sirena con un tortello ripieno di burrata, gambero crudo e asparagi. Intanto ci siamo ormai portati AL LARGO, con la Delizia per Titani, ovvero rana pescatrice avvolta in maialino croccante, mousse di patate viola e chips a donare “le ali” a questa proposta molto gradevole, non scontata. In PORTO,  Gianmarco ci  fa utilmente attraccare con un semplice e leggero Tiramisù. Apprezzati gli abbinamenti con alcune etichette di Tenute Lunelli, eccellenza della enologia italiana, sia con Villa Margon Trentino Doc Chardonnay 2020, il bianco Pietragrande Vigneti delle Dolomiti IGT 2021, per finire, magistrale uno dei vini italiani dal migliore rapporto qualità prezzo, lo Ziggurat Montefalco Doc 2020 biologico, abbinato al piatto con la rana pescatrice avvolta nel maialino. Complimenti a L’Amo anche per il competente sommelier in sala. Di Gianmarco sentiremo parlare spesso nell’ immediato futuro.

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.