Pasta Grano Senatore Cappelli, da Teano le Matres Matutae di Masseria Gliottone

E’ nata la pasta di Masseria Gliottone a Teano, la piccola azienda agricola sidicina, oltre a tante bontà, si è anche cimentata con i grani Senatore Cappelli 100%nel solco della ricerca sui grani antichi che caratterizza tante aziende delle aree interne della Campania.

Da poco si lavora ad  una produzione di grano ricco di fibre e senza concimi o pesticidi con pochissimo  glutine rilevato nelle analisi, inferiore a 5 mg per kg. Siccome la natura sa fare  grani duri e teneri di varietà  tradizionali del territorio, si  dà vita alla pasta semintegrale che colpisce per i suoi profumi e i suoi intensi sapori.

Il grano Cappelli è il padre del grano duro in voga ad inzio del ‘900, è un grano duro rustico che predilige terreni poveri e argillosi come quelli del sud Italia, con eccellenti qualità nutrizionali e un alto valore proteico, un tempo una vera carne dei poveri, oggi prodotto di nicchia per paste semintegrali gourmet. Masseria Gliottone ha portato in mulino il proprio raccolto ottenendone una pasta da farina macinata a pietra, trafilata al bronzo e a lenta essiccazione come   ad esempio il formato Matres Matutae, lagane dal sapore  antico  anche alla vista, semplici e rugose,  che ben si sposano con una gustosa pasta e ceci, ovviamente con il prezioso Cece di Teano presidio Slow food che caratterizza la produzione locale. Come provare la pasta? Direttamente dallo shop aziendale. 

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.