Uanema, Festa degli altri vivi a Napoli che celebra le anime del purgatorio

Un bello antiHalloween senza dolcetti o scherzetti ma tanta suggestione

Visite notturne, performance teatrali, concerti e maratone cinematografiche  per riscoprire il culto delle anime del Purgatorio e i luoghi della città che ne conservano la memoria: si intitola “Uànema – Festa degli altri vivi” la rassegna promossa dal Comune di Napoli che si svolgerà dal 29 ottobre al  2 novembre 2022.  La manifestazione racconterà il culto delle anime pezzentelle, richiamando  il legame tra morti e vivi che lo caratterizza con iniziative che tracceranno una simbolica corrispondenza tra la città di sotto e la città di sopra. Una serie di aperture straordinarie consentirà, infatti, di visitare alcuni degli ipogei in cui il rito ha preso forma nel corso dei secoli: tra questi,
quelli delle chiese di S. Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, di S.  Luciella ai Librai, di San Giovanni Maggiore, di S. Anna dei Lombardi e dei  SS. Cosma e Damiano a Secondigliano e quello del complesso museale
dell’Augustissima Arciconfraternita dei Pellegrini.
Seguendo un articolato itinerario in “superficie”, invece, i giovani musicisti della Scalzabanda accompagneranno turisti e napoletani alla  scoperta delle edicole votive del centro cittadino che evocano il culto. Nei  giorni 29, 30 e 31 ottobre il vivace corteo musicale sarà scandito  dall’esecuzione di canzoni ma anche dalla presentazione dei temi storici,  artistici e religiosi che caratterizzano le singole tappe. La parata sarà animata da “scarabattoli” di cartone creati dagli studenti dell’Istituto Comprensivo “Ungaretti” di Ercolano sotto la guida del prof. Claudio Cuomo.  Tra le iniziative diurne, da segnalare anche il ciclo di visite guidate previste al Cimitero delle 336 fosse, altro sito di grande suggestione.
Il programma completo della manifestazione e le modalità di partecipazione ai singoli eventi sono disponibili sul sito e sui profili Facebook e Instagram del Comune di Napoli.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.