Davide Botti, giovane artigiano gelatiere con passione e organizzazione

Conoscendo  Davide Botti Abbiamo degustato un splendido Panettone con Gelato ed anche il sorbetto a fragola e vino  Asprinio 

Ho sempre intravisto nei maestri gelatieri una luce negli occhi molto intensa,  più gioiosa di quella dei pasticcieri di rango. E’ la luce che mi si è confermata nella conoscenza diretta con Davide Botti, giovane gelatiere dell’agro aversano, conosciuto presso gli Stati Generali di Asso Artigiani Imprese Caserta a San Leucio e Carditello dove era presente con le sue creazioni. Davide, originario di S.Antimo,  apre a Parete, nell’agro aversano,  il suo laboratorio Artigelato Botti aperto non a tutti ma a partner che vogliono portare nel proprio ristorante, catering, il gelato artigianale di qualità a tavola con al centro i prodotti di eccellenza e, soprattutto, con una offerta personalizzata da Davide per ogni singolo cliente. L’azienda sa coniugare il rigore e la passione dell’artigianalità con i dettami della moderna organizzazione aziendale dal 2010.

Dai mantecati, anche light e vegan, ai gastronomici, con una lista infinita di ingredienti possibili, ogni gelato è un omaggio al motto di vita e d’azienda di Davide: Tutto ciò che si mangia e si beve può diventare gelato. E quindi possiamo trovare lavorazioni artigianali all’olio evo, al formaggio, al tartufo , ma anche alla zucca, alle erbe, al peperoncino, ghiotte particolarmente le creazioni con la frutta ripiena che diviene gelato e una serie di snack: dagli stecchi ai conetti, dai bacetti a un gustosissimi sorbetto con la fragola di Parete e l’Asprinio, omaggio al territorio. Davide, spesso insieme al preparato responsabile commerciale Massimiliano Motti, gira per eventi e fiere di qualità alla ricerca di acquirenti che vogliano stupire col gelato a tavola, soprattutto buono piu’ che…freddo ed in questo periodo è possibile trovarlo nei mercatini di natale di Parete, Villa Literno e Caiazzo. 

Con Davide spazio anche al mondo antico della bella gelateria napoletana che è sempre elegantissima in un locale che voglia distinguersi,  quindi ecco  le Triestine, le Coviglie, gli Spumoni  e  in questo periodo è bello poter stupire nella tavola delle feste prenotando il suo panettone e panettoncino  con gelato che abbiamo degustato qualche mese fa e ci ha fatto svanire al primo morso ogni potenziale perplessità. Il gelato nella tavola di qualità ci vuole.  

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.