Cento vini del Piemonte in un evento a Napoli

Dopo il successo della prima edizione nel 2020 torna a Napoli l’evento di degustazione dedicato a I Vini del Piemonteil Consorzio di promozione che riunisce oltre 230 aziende vinicole regionali. Lunedì 25 Ottobre a partire dalle 15:00 diverse categorie di pubblico avranno la possibilità di degustare le grandi etichette piemontesi presenti in città negli spazi del Renaissance hotel Mediterraneo. Si parte già alle 14:00 con una masterclass riservata ai buyer e su invito, condotta dal giornalista Luciano Pignataro e da Nicola Argamante, presidente del Consorzio; si prosegue con banchi d’assaggio per tutti gli operatori del settore Ho.Re.Ca. e dalle 17:30 alle 19:00 l’ingresso è consentito a tutti i curiosi e i wine lover.

“L’edizione 2020 si è svolta in forma ridotta – ha commentato Nicola Argamante Presidente del Consorzio I Vini del Piemonte – a causa delle restrizioni anti-covid, dunque siamo orgogliosi di poter finalmente tornare in questa meravigliosa città che ci ha accolto con grande successo lo scorso anno, nonostante il momento complesso. 

Fare promozione in una terra di grandi vini è sempre una sfida importante, ma siamo orgogliosi che il nostro tour italiano parta proprio da Napoli, capitale gastronomica e fiore all’occhiello del turismo dove, siamo certi, palati fini ed attenti sapranno accogliere con curiosità le eccellenze piemontesi in degustazione. “

I professionisti e i wine lovers campani avranno l’occasione di degustare oltre 100 vini di 17 produttori da diverse aree del Piemonte: Langhe, Roero, Monferrato e Alto Piemonte porteranno alta la bandiera dei principali vitigni autoctoni della regione nelle loro diverse espressioni territoriali fornendo interessanti spunti per gli appassionati e interessanti opportunità commerciali per i vari rappresentanti del trade di una regione costellata di hotel e ristoranti di altissimo livello.

“Rivolgo un particolare ringraziamento alle Associazioni di Sommelier campane  – ha proseguito Argamante – che hanno accolto il nostro invito e a cui abbiamo riservato uno sconto: sono certo che il lavoro educativo verso un numero sempre crescente di appassionati sia prezioso e indispensabile per formare i consumatori di domani, sempre più orientati al vino di qualità.”

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.