#Gep2021, tutte le iniziative nei beni culturali di Salerno ed Avellino

A Palazzo “Ruggi”, a Salerno, sono state presentate le Giornate Europee del Patrimonio che si terranno sabato e domenica 25 e 26 settembre,  visite guidate, aperture straordinarie, iniziative digitali saranno organizzate nei musei e nei luoghi della cultura statali e non, seguendo il tema “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!”. Inoltre, sabato sera sono previste aperture straordinarie dei musei statali con ingresso al costo simbolico di 1 euro (escluse le gratuità previste per legge).   La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino per sabato 25 settembre  ha organizzato nei musei e parchi archeologici, oltre al consueto orario,  le seguenti aperture straordinarie serali. 

 

S A L E R N O

SALERNO / Complesso munumentale di SAN PIETRO A CORTE 

 (Ipogeo e Capella Sant’Anna)  20.00 / 23.00

MINORI (SA) / VILLA ROMANA   19.30 / 22.30

BUCCINO (SA) / MUSEO ARCHEOLOGICO   19.30/22.30

SALA CONSILINA (SA) / MUSEO ARCHEOLOGICO  20.00/23.00 

A V E L L I N O

AVELLINO / CARCERE BORBONICO   19.00 / 22.00

ATRIPALDA (AV) / PARCO ARCHEOLOGICO  18.30 / 21.30

AVELLA (AV) / PARCO ARCHEOLOGICO  19.00 / 22.00

MIRABELLA ECLANO (AV) PARCO ARCHEOLOGICO  19.00 / 22.00

Per tutti i siti di Salerno e Avellino domenica 26  settembre, in continuità, si effettuerà l’apertura straordinaria diurna di 4 ore.

INIZIATIVE IN PROGRAMMA

S A L E R N O

SALERNO 

ARCHIVIO DI STATO

Mostra di libri d’artista e di editoria d’autore per l’infanzia “Fila & Strocca” 

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2021, dal tema “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!”, l’Archivio di Stato di Salerno effettuerà tre aperture straordinarie, a partire da sabato 25 settembre, dalle 16.30 alle 20.30, e domenica 26 settembre dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30), nel corso delle quali sarà possibile visitare la mostra di libri d’artista e di editoria d’autore per l’infanzia: “Fila & Strocca”.

Il percorso espositivo, curato da Antonio Baglivo e da Vito Pinto, rappresenta un’importante occasione sulla partecipazione al patrimonio culturale estesa a tutti i cittadini, includendo ogni fascia d’età, gruppi etnici, minoranze presenti sul territorio e persone con disabilità. 

L’inaugurazione avverrà sabato 25 settembre 2021, alle ore 18, presso il Salone d’ingresso dell’Istituto. L’accesso alla mostra sarà possibile nei giorni di apertura al pubblico dell’Archivio di Stato fino al 31 dicembre 2021 e sarà consentito ai visitatori muniti di green pass. 

L’esposizione ha lo scopo di tracciare un percorso conoscitivo, per quanto possibile ampio ed esaustivo, intorno alle diverse metodologie di lavoro rispetto all’uso del testo scritto e del testo iconografico, nel settore dell’editoria dedicata ai bambini e ai ragazzi. Una mostra ricca, articolata in varie sezioni che mette a confronto, anche dal punto di vista storico, i temi nelle forme tradizionali e ampiamente diffuse, con momenti di pura sperimentazione linguistica e grafica. Un confronto che apre nuovi scenari e impone nuovi spunti di riflessione rispetto alla comunicazione con e per il mondo dell’infanzia e dell’adolescenza. Saranno esposti libri e opere-libro di scrittori e artisti di levatura internazionale quali: Gianni Rodari, Elsa Morante, Guido Gozzano, Bruno Munari, Enzo Mari, Luigi Veronesi, Toti Scialoja e tanti altri. A questi si affiancheranno con le loro opere-libro artisti e scrittori emergenti insieme ad alcune presenze straniere come Jim Dine, Damien Hirst, Yayoi Kusama e John Cage.  

Il responsabile della comunicazione: 

Dott. Salvatore Amato

Funzionario Archivista di Stato

Archivio di Stato di Salerno

Piazza Abate Conforti, 7 – 84121 Salerno

Tel. 089.225044 – 3391501109

e-mail: as-sa@beniculturali.it

salvatore.amato-02@beniculturali.it

SALERNO

CHIESA SANTA MARIA DE LAMA

Empatismo

Chiesa Santa Maria de Lama – Gradoni della Lama, Salerno

Domenica 26 settembre 2021 – ore 10,30

Domenica 26 settembre 2021, alle ore 10.30, presso la Chiesa di Santa Maria de Lama in Salerno, sarà presentata l’innovativa Scuola Empatica, la cui nascita, nel Cilento Antico, ha determinato l’ipotetica formazione di un affascinante triangolo culturale con le due grandi Scuole della tradizione: la Scuola Eleatica e la Scuola Medica Salernitana. A partire dal 2020 infatti la storia del territorio salernitano – che vede nella Scuola Eleatica e nella Scuola Medica Salernitana due entità culturali di valore mondiale indagate e consacrate nel tempo dagli studi e dalla ricchezza dei temi e motivi che propongono – si arricchisce di una nuova scuola letteraria-artistica e filosofica: La Scuola Empatica, di cui ci parlerà il fondatore Menotti Lerro. 

Il nostro millennio è entrato nella terza decade, ed è tempo di costruire insieme una visione del mondo all’insegna della bellezza e dell’armonia. L’Empatismo mira all’indagine e allo sviluppo delle arti attraverso le emozioni e allo sviluppo dell’intelligenza emotiva attraverso le arti. 

Il nuovo Movimento tuttavia non può che guardare al passato con ammirazione profonda, indagandone oggi, grazie agli interventi delle professoresse Paola Capone ed Elisa Sparano, le forti componenti empatiche, aprendo in questo modo un dialogo ideale e infinito tra l’innovazione presente e la grande tradizione del passato.

La base teorica della Scuola Empatica è espressa nel “Nuovo Manifesto” di Menotti Lerro e Antonello Pelliccia, lanciato dapprima presso il Liceo Classico “Parmenide” di Vallo della Lucania e in seguito a  Firenze, nello Storico Caffè Letterario “Giubbe Rosse”, e presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e la Central Library di Edimburgo.

Per l’occasione sarà inoltre presentata, nella Chiesa di Santa Maria de Lama, la mostra di poesia e aforismi visivi “Ritagli” di Menotti Lerro. L’esposizione delle opere continuerà successivamente, a partire dal 28 settembre fino al 10 ottobre 2021,  presso l’ipogeo del complesso monumentale di San Pietro a Corte in Salerno. (Apertura dal martedì alla domenica / dalle ore 10,00 alle ore 18,30 – ultimo ingresso alle 18,00).

La mattinata sarà impreziosita dalle note della Fisarmonica Classica di Luigi Gordano, allievo del Conservatorio di Musica G. Martucci di Salerno, che eseguirà il seguente programma:

F.Angelis-Romance

A.Kusyakov-Sonata n.6 

C.Franck-Pastorale Op.19

J.Strauss/A.Grunfeld-Soiree de Vienne

Luigi Gordano si è laureato in Discipline Musicali ramo Fisarmonica Classica cum laude e menzione speciale presso il Conservatorio D. Cimarosa di Avellino.  Attualmente frequenta il biennio di Fisarmonica Bayan presso il Conservatorio G. Martucci di Salerno. Nel 2021 vince la borsa di studio organizzata dal Conservatorio Martucci insieme al “Rotary Club Salerno Duomo” confermandosi come miglio allievo dell’Istituto.

Ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali, sia come solista che come componente di formazioni cameristiche. Ha al suo attivo numerosi concerti in tutta Italia e la sua ricerca sul repertorio classico e contemporaneo è sempre finalizzata alla sviluppo e alla scoperta di nuove tecniche per la letteratura fisarmonicista. Nel 2019 vince la selezione italiana per rappresentare l’Italia alla Coupe Mondiale e nell’agosto dello stesso anno si classifica 8° su 50 partecipanti nella cat. Master della Coupe Mondiale a Shenzhen in Cina. 

L’Evento programmato in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio – dalla Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino in collaborazione con il Comune di Salerno, il Touring Club di Salerno, l’Ordine dei Medici di Salerno, l’Associazione culturale FIDAPA sez. di Salerno, il Centro Contemporaneo delle Arti con sedi a Vallo della Lucania e Brera-Milano e con il Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno – rientra tra le attività che la Soprintendenza di Salerno e Avellino, il Comune di Salerno, l’Università                      degli Studi di Salerno e l’Ordine dei Medici di Salerno organizzano per la candidatura della Scuola Medica Salernitana quale Patrimonio immateriale dell’Umanità.

La manifestazione si svolgerà nel rispetto delle Norme Anti Covid 19.

PONTECAGNANO (SA)

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE “Gli Etruschi di frontiera”

Il 25 e il 26 Settembre il Museo Archeologico di Pontecagnano aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2021 (#GEP2021) con un ricco programma di attività che, come di consueto, prevede per la serata del sabato l’ingresso simbolico a 1 euro. Il tema scelto quest’anno a livello internazionale – “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi” – rientra pienamente nella  programmazione  annuale  del MAP che pone molta attenzione all’inclusione e all’accessibilità culturale, non solo fisica al museo, proponendo iniziative tese ad avvicinare all’archeologia e all’esperienza museale un pubblico sempre più ampio.

                 

Sabato 25 settembre, ore 19.30 – 22.30

Nella serata di sabato si svolgerà il finissage della mostra temporanea “Dalla parte dei bambini. Nuove scoperte per nuovi racconti” nel corso del quale sarà possibile partecipare ad una Conversazione e visita guidata con il prof. Carmine Pellegrino, del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno, sul tema dei bambini nell’antica Pontecagnano. La serata sarà inoltre allietata dai commenti musicali dei giovani allievi del Centro Studi Musicali Harmonia di Luisiana e Antonella De Chiara.

Ingresso al costo simbolico di 1 euro.            

Domenica 26 settembre, ore 9.30 – 13.30 

La giornata di domenica sarà dedicata all’intrattenimento e al gioco divertente e istruttivo. I piccoli visitatori, infatti, potranno dedicarsi al GiOcaPicentia, il megagioco dell’oca da pavimento che ripercorre con riferimenti e domande divertenti la lunga storia di Pontecagnano. L’attività è adatta a bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 13 anni. 

Primo turno: ore 10,00. Secondo turno: ore 11,30.                   

La prenotazione è obbligatoria da effettuare telefonando al n. 089/848181. Per l’ingresso al museo è obbligatorio essere in possesso del green pass, l’uso della mascherina, anche per i più piccoli, e il rispetto di tutte le prescrizioni previste dalla normativa anti-COVID.

L’ingresso al museo e la partecipazione alle attività sono gratuiti fino ai 18 anni. Per gli adulti è previsto il biglietto di ingresso al museo di 2 euro. 

 

Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano “Gli Etruschi di frontiera”

via Lucania – Pontecagnano Faiano (SA)

tel: 089/848181 –                    fax: 089.3854253 

drm-cam.pontecagnano@beniculturali.it

www.musei.campania.beniculturali.it

               

A V E L L I N O

AVELLINO

CARCERE BORBONICO

Kaos antitesi del silenzio: forma, spazio, tempo

La mostra itinerante dell’Associazione Kaos 48 per ri-generare l’avanguardia artistica

Avellino – ex Carcere Borbonico, Via Dalmazia, n. 22

Dal 25 settembre al 15 novembre 2021

Apertura dal lunedì al venerdì – dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00

Vernissage – sabato 25 settembre 2021 alle ore 19:00

Sabato 25 settembre p.v., alle ore 19:00, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, presso l’ex Carcere Borbonico di Avellino sarà inaugurata la Mostra “ Kaos antitesi del silenzio: forma, spazio, tempo“ , un evento culturale di arti miste, a cura dell’Associazione Culturale Kaos 48 in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino – MiC (Ministero della Cultura), con ingresso gratuito e senza fini di lucro.

Scuotere, “sensibilizzare gli animi ad una nuova primavera culturale”, risvegliando voci e visioni artistiche rivoluzionarie. Da un’idea di Fabrizio Scomparin e Stefano Nasti, a cui si aggiunge in seguito Paola Cimmino, “Kaos 48” nasce, ispirandosi ai moti del ’48, come catalizzatore delle moderne espressioni avanguardiste, celebrando e introducendo il “kaos” quale “genesi di un nuovo movimento culturale che parte dalle nuove proposte”. 

In particolare il movimento culturale “O’ 48”, concepito in seno all’Associazione “Kaos 48”, rievoca la fioritura culturale che tra gli anni ’60 e gli anni ’90 rese l’arte, ricca di nuovi linguaggi e forme espressive, puntando a raccoglierne l’eredità creativa. L’associazione, pertanto, si pone a sostegno degli artisti emergenti e non, per diffonderne idee e talento, grazie alla costruzione di opportune condizioni di prolificità.

Ad esporre le proprie opere sono 48 autori. Il talento di 35 fotografi emergenti attraversa i territori complessi della fotografia d’avanguardia, per interpretare il tema proposto: “Silenzioso od assordante, d’oro o scolorito, di una persona o di un luogo, della natura o dell’arte, il silenzio assume molteplici significati per similitudini ed assonanze, od anche per contrapposizioni”. 

L’intento è quello di “cogliere l’attimo, il non detto, le voci di dentro che il silenzio sussurra o grida, suoni semantici che solo l’immediatezza di uno scatto sa restituire allo sguardo”. 

Ai 35 sono affiancati altri 13 artisti conosciuti, scultori, pittori e ulteriori fotografi, che accompagnano i primi nella costruzione di un nesso temporale con le forme espressive legate al tema proposto, creando, grazie all’esperienza, la giusta scintilla per un clima favorevole alle correnti creative e culturali auspicate da “Kaos 48”. Tutto in perfetta simbiosi con forma, spazio e tempo dei 48 autori.

La serata sarà arricchita da  un concerto di musica elettronica a cura del Conservatorio di Musica “D. Cimarosa” di Avellino.

La manifestazione si svolgerà nel rispetto delle Norme Anti Covid 19.

ATRIPALDA (AV)

PARCO ARCHEOLOGICO

Concerto “Fairy Guitar Quartet” 

Atripalda (AV)Parco Archeologico dell’antica Abellinum

Sabato 25 settembre 2021 – alle ore 19:30

Sabato 25 settembre 2021, alle ore 19:30, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio,  ad Atripalda (AV) nella suggestiva cornice del Parco Archeologico dell’antica Abellinum, l’Amministrazione Comunale di Atripalda (AV) in collaborazione con la Soprintendenza Beni ABAP di Salerno e Avellino, il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino e la Pro Loco, presenta il concerto “Fairy Guitar Quartet” un quartetto di giovani chitarristi (Francesco Fausto Magaletti, Roberta Mercorio, Giacomo Monteleone e Francesco Smirne).

Il Fairy Guitar Quartet nasce nel 2019 dall’incontro di quattro studenti del Conservatorio Cimarosa di Avellino, accomunati da una forte passione per la musica da camera. Il progetto, fortemente desiderato dal M° Adriano Walter Rullo, convoglia i giovani chitarristi Francesco Fausto Magaletti, Roberta Mercorio, e Francesco Smirne, allievi dello Stesso, e Giacomo Monteleone, laureatosi sotto la guida del M° Lucio Matarazzo.

Nei pochi mesi antecedenti al lockdown il quartetto vanta masterclass e corsi di perfezionamento con importanti figure del mondo musicale tra le quali: Adriano Walter Rullo, Lucio Matarazzo, Massimo Testa, Aniello Desiderio e Stefano Magliaro .

Il gruppo manifesta sin dagli albori una spiccata inclinazione verso il repertorio sudamericano e contemporaneo, spaziando tra autori quali Leo Brouwer, Eduardo Martin, Roland Dyens, Astor Piazzolla, Damien McCluskey e Gianvincenzo Cresta. 

Non mancano, però, all’interno del loro bagaglio musicale, compositori quali Bizet, Telemann, Bach e Boccherini, che hanno permesso al quartetto di approcciarsi a generi più disparati. Attualmente si sta cimentando nella realizzazione di un disco con alcune World Premier di pezzi scritti per e dedicati al Fairy Guitar Quartet, il quale uscirà la prossima primavera.

La manifestazione si svolgerà nel rispetto delle Norme Anti Covid 19.

AVELLA (AV)

PARCO ARCHEOLOGICO –  MUSEO

In occasione delle giornate europee del patrimonio, sabato 25 e domenica 26 settembre, il sindaco del Comune di Avella Domenico Biancardi e la  consigliera delegata al turismo Carmen Loiola in collaborazione con il Ministero della Cultura – Soprintendenza ABAP  di Salerno e Avellino  hanno programmato  l’apertura straordinaria  del Parco Archeologico dell’Anfiteatro e del  Museo Archeologico ed Immersivo MIA . Il programma prevede l’ingresso, su prenotazione, per le visite sabato dalle ore 16.00 alle 22.00  e  domenica dalle ore 9.00 alle ore 1300. Alle  aperture programmate si aggiungono altri due imperdibili appuntamenti: sabato 25 settembre, in Piazza Convento evento gratuito, spazio al tango e alla recitazione con la prima delle spettacolo dedicato a Diego Armando Maradona ,“Il tango di Dieguito” El D10S de la Pelota, un recital con Patrizio Rispo e Diego Moreno, accompagnati da 5 musicisti e 2 ballerini argentini. Domenica si chiude il calendario degli eventi di fine estate nell’Anfiteatro Romano che ospiterà la compagnia teatrale M&N’S e “Il Demiurgo” con la partecipazione straordinaria di Rosaria De Cicco per lo spettacolo-viaggio  tra le epoche “Itinera-Tour” (evento a pagamento) .  Sarà obbligatoria l’esibizione del Green Pass e la prenotazione sia per le visite ai monumenti o alle aree museali, sia per la partecipazione agli spettacoli. 

Per info ingressi  e prenotazioni Siti Archeologici / Museo / Spettacoli    

Whattsap 3338847353  – mail: infosiatavella@gmail.com   

MIRABELLA ECLANO (AV)

RIAPRE IL PARCO ARCHEOLOGICO  “AECLANUM”

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio il Parco Archeologico osserverà il seguente orario

Sabato 25 Settembre        9.00 / 18.00        19.00 / 22.00

Domenica 26 settembre   9.00 / 13.00

Il nuovo orario di apertura al pubblico sarà dal lunedi al sabato  dalle ore 9.00 alle 18.00 con ingresso gratuito.

            

 

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.