Vera Pizza ( fatta in casa ) Contest, partecipazione di tantissimi amatori

 Un successo superiore alle più rosee aspettative. Sono infatti centinaia le ricette di pizza fatta in casa che stanno arrivando presso la sede di AVPN, Associazione Verace Pizza Napoletana, da quando il 25 febbraio si è aperto il “VeraPizzaContest”, seconda edizione del campionato mondiale della pizza fatta in casa.
“Onestamente pensavamo fosse difficile ripetere l’exploit del 2020 – racconta Antonio Pace, Presidente AVPN – che aveva visto la partecipazione di 800 pizze, provenienti da 38 Paesi e con un seguito social davvero impressionante. Ma questa seconda edizione sta superando tutti i record, con numeri che testimoniano del successo di un format che si basa su un principio semplice: tutti amano la pizza e tutti vogliano provare a prepararla in casa nel migliore dei modi”.

A favorire il successo di questo amatissimo contest anche la semplicità della formula. Poche regole e ben definite, basate sul il disciplinare AVPN, riconosciuto a livello internazionale. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti, amatori e professionisti.
Ai partecipanti viene offerta ampia possibilità nella scelta delle pizze che vorranno proporre, da quelle classiche alle varianti creative. Unico requisito imprescindibile è l’utilizzo di un forno elettrico di tipo domestico.

La gara si divide in due fasi. La prima, che è partita il 25 febbraio e si chiuderà il 25 marzo, prevede l’invio da parte dei concorrenti, via messenger e al profilo Facebook AVPN @verapizzanapoletana, della foto della pizza proposta e del forno di casa utilizzato. Le foto saranno pubblicate nell’album “VeraPizzaContest” inserito nella pagina Facebook dell’associazione e potranno essere votate da tutti con un semplice like/mi piace.

La seconda fase, che andrà dal 26 al 29 marzo, prevede la valutazione, da parte di una giuria composta da 10 maestri pizzaioli, delle 20 pizze più votate. Un panel di caratura internazionale con giudici provenienti da Brasile, Australia, Egitto e Italia che terranno conto di elementi come forma, cottura, appetibilità e farcitura. La votazione determinerà i 3 vincitori che potranno usufruire, a seconda della loro posizione sul podio, di tre diversi livelli di corsi per pizzaioli “firmati” AVPN.

Il 1° classificato vincerà un corso professionale base di 9 giorni da svolgere presso l’AVPN School di Napoli o in alternativa un corso on line professionale base di 5 giorni.
Il 2° avrà diritto a un corso professionale avanzato di 3 giorni da svolgere presso l’AVPN School di Napoli o in alternativa un corso on line avanzato di 3 giorni
Al 3° classificato andrà un corso amatoriale di 4 ore da svolgere presso l’AVPN School di Napoli o, in alternativa, un corso amatoriale on line da 2 ore
A tutto questo vanno aggiunti premi speciali messi a disposizione dai partner dell’iniziativa, dagli strumenti “tecnici” fino ai kit di prodotti, vere e proprie eccellenze.

E, a proposito di prodotti – sottolinea Pace – ci piace segnalare la nuova iniziativa messa in campo da AVPN: si tratta di “Recommended for Domestic Use”, una linea di prodotti che l’associazione “firma”, garantendone la qualità, proprio sul fronte della pizza fatta in casa. E’ evidente che per noi il vero luogo di consumo del nostro prodotto rimangono le pizzerie ma riteniamo indispensabile che, anche per la pizza fatta in casa, si utilizzino prodotti dagli alti standard qualitativi. Perché la pizza merita rispetto”.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pentole Professionali