16 novembre 2020, 10 anni di Dieta Mediterranea in Unesco

10 anni di dieta mediterranea riconosciuta, cadrà l’anniversario il 16 novembre di questo funesto 2020. Si potrà festeggiare in qualche modo tra Pollica e dintorni? Potranno ristoranti e pizzaioli in Campania fare eventi per celebrare degnamente l’evento? Speriamo la situazione epidemica lo consentirà. Ecco la Dieta mediterranea nei documenti ufficiali Unesco

La dieta mediterranea include una serie di competenze, conoscenze, riti, simboli e tradizioni riguardanti le colture, la raccolta, la pesca, la zootecnia, la conservazione, la lavorazione, la cottura, e in particolare la condivisione e il consumo di alimenti. Mangiare insieme è il fondamento dell’identità culturale e della continuità delle comunità in tutto il bacino del Mediterraneo. È un momento di scambio sociale e di comunicazione, affermazione e rinnovamento dell’identità di famiglia, gruppo o comunità. La dieta mediterranea mette in risalto i valori dell’ospitalità, della vicinanza, del dialogo interculturale e della creatività e un modo di vivere guidato dal rispetto per la diversità.

L’elemento nel suo insieme, svolge un ruolo vitale in spazi culturali, feste e celebrazioni, riunendo persone di tutte le età, condizioni e classi sociali. Comprende l’artigianato e la produzione di recipienti tradizionali per il trasporto, la conservazione e il consumo di alimenti, compresi piatti e bicchieri in ceramica. Le donne svolgono un ruolo importante nella trasmissione della conoscenza della dieta mediterranea: salvaguardano le tecniche, rispettano I ritmi stagionali e gli eventi festivi e trasmettono i valori dell’elemento alle nuove generazioni. Anche i mercati svolgono un ruolo chiave come spazi per coltivare e trasmettere la dieta mediterranea durante la pratica quotidiana di scambio, accordo e rispetto reciproco.

Localizzazione geografica e raggio dell’elemento:

Cipro, Croazia, Spagna, Grecia, Italia, Marocco e Portogallo.

La posizione geografica dell’elemento rientra nei confini territoriali dei sette Stati Parti e coinvolge le rispettive comunità umane. Si specifica la localizzazione geografica di sette comunità emblematiche:
-Agros (Αγρός) / Cipro: villaggio di 806 h (2012), nel centro dell’isola, sulla catena montuosa di Troodos, regione di Pitsilia.

-Brač e Hvar / Croazia: isole della Dalmazia Centrale. Brač copre 13.012 h (2001) e 395 km2 e Hvar copre circa 12.000 h e 300 km2. Brač è la più grande isola della Dalmazia Centrale.

-Soria / Spagna: capoluogo della stessa provincia, situata nella Spagna nordorientale. Essa copre 271 km2 ed ha una popolazione di 39.987 persone (2011).

-Koroni / Coroni: città di Messenia, Peloponneso, Grecia. La sede della contea di Koroni, appartenente al comune di Pylos-Nestoros, copre 105.163 km2 ed ha una popolazione di 5.067 persone (2001).

– Cilento / Italia: subregione Campania, Italia meridionale, copre 24.400 km2 ed ha una popolazione di 269.759 persone (2007).

-Chefchaouen / Marocco: capoluogo di provincia e situata nel nord-ovest del Marocco, copre 435.000 ettari ed ha una popolazione di 54.562 persone.

-Tavira / Portogallo: capoluogo del comune omonimo, situata nell’Algarve, Portogallo, copre 611 km2 ed ha una popolazione di 26.167 persone (2011).

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pentole Professionali