Ven. Apr 19th, 2024

felicoritrenostoricoLa cura Felicori  connette anche sempre di più Napoli e Caserta; stamane il direttore della  Reggia di Caserta ha presentato il  Reggia Express, insieme al direttore di Fondazione FS Cantamessa, che domenica 15 gennaio porterà cittadini napoletani e turisti del capoluogo regionale alla volta della Reggia borbonica. Il treno storico del 1928 “centoporte” partirà da Napoli Centrale alle 10.00 per arrivare alla stazione casertana a due passi dal monumento alle 11.00 ( ritorno alle 17) , la tratta percorsa nelle carrozze d’antan sarà quella via Cancello, tragitto storico nei secoli andati. Al costo di 18 euro per gli adulti e di 9 per i ragazzi sono compresi  l’ingresso e la visita alla Reggia di Caserta e una degustazione di mozzarella di bufala campana dop, infatti anche il consorzio situato nelle Cavallerizze di Palazzo Reale aprirà le porte alle centiania di visitatori tra la visita agli appartamenti e quella al giardino. Alla conferenza il direttore del Consorzio Dop, Pier Maria Saccani,  ha riferito che domenica  tutti gli utenti del Reggia Express usufruiranno di una degustazione di oro bianco  anche della variante affumicata e di Ricotta di bufala dop. E’ questa una dimostrazione dell’ulteriore sinergia tra le due eccellenze casertane, culturali e gastronomiche. Il direttore Cantamessa ha precisato che con questa iniziativa Fs, attraverso la fondazione,  non persegue lucro ma solo sostenibilità dei costi, con obiettivi solo culturali e di incremento del turismo ferroviario, vero mezzo per un turismo sostenibile e sempre di maggiore tendenza secondo tutti i dati. Utile l’appuntamento anche per testare i nuovi sviluppi a partire dai dati già positivi che vedono oltre metà dei biglietti già venduti; fondazione Fs insieme alla Direzione della Reggia e con l’impegno di Regione trenostoriconapolireggiaCampania punta a far divenire un evento quindicinale il Reggia Express, capace di avvicinare Napoli a Caserta per cittadini e turisti. Un treno che già domenica avrà un’assistenza dedicata ai diversamente abili e che in futuro avrà strutture a loro dedicate ( un treno storico ha delle difficoltà maggiori in tal senso ) e di certo  anche un vagone per incentivare la mobilità treno-bici, il cicloturismo, infatti, è un altro veicolo fondamentale per una nuova fruizione turistica e che “vive”meglio  grazie a migliori servizi ferroviari. L’innovazione di Felicori  si testa nella iniziativa, Caserta è vista come anteprima e co-capitale della cultura e del turismo con Napoli, capace anche di generare turismo per le testimonianze borboniche “Minori”, da Carditello a Portici( magari da strutturare con una Borbonia card) . A sancire il “patto “ Napoli -Reggia la presenza sul treno di domenica dell’assessore al turismo del Comune di Napoli Nino Daniele, mentre a Caserta, ad accogliere i visitatori, oltre a Mauro Felicori fresco della designazione di ArtTribune come miglior Direttore Mussale dell’anno, ci saranno anche il Sindaco di Caserta Carlo Marino e e il presidente della Camera di Commercio di Caserta De Simone. Felicori ha auspicato collaborazione di Hotel ed esercenti nella pubblicizzazione dell’iniziativa e nell’ausilio delle strutture di informazioni turistiche napoletane.Tra poco alla Reggia anche i modellini nautici dei cantieri storici di Castellammare di Stabia. Insomma vale la pena prenotarsi prima che si vada verso il sold out.  queste le info        oppure mail a prenotazioni@fondazionefs.it

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.