L’assise regionale dei Presidi Slow Food di Campania e Basilicata

slowfoodvolturnoVenerdì 28 novembre alle ore 9,00 a Marsico Nuovo (Potenza), presso la sede del Parco Nazionale “Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese” sita (Via Manzoni, 1)si svolgerà la quarta Assise regionale dei Presìdi Slow Food.

Protagonisti dell’incontro saranno i produttori dei 19 Presìdi Slow Food presenti in Campania e dei 5 presenti in Basilicata. Altri nuovi Presìdi in via di definizione saranno inoltre raccontati nel corso della giornata. Il progetto dei Presìdi Slow Food, iniziato nel 2000, è finalizzato a ricercare, tutelare e valorizzare quegli esempi di agricoltura virtuosa ancora vivi in ogni parte del mondo e spesso a rischio di estinzione per le difficoltà di posizionamento in un mercato sempre più globalizzante.

La responsabile nazionale del progetto Presìdi Slow Food, Francesca Baldereschi, sottolinea: «Il coordinamento regionale campano e lucano è l’unico in Italia a tenere un’assise regionale sul progetto dei Presìdi. Questa specificità nasce dalla necessità rilevata dagli organismi dirigenti locali di accrescere la partecipazione dei produttori al progetto e, per noi di Slow Food, è elemento di grande positività».

L’Assise si aprirà con i saluti di Domenico Vita, Sindaco di Marsico Nuovo; Domenico Totaro, Presidente Ente Parco Nazionale “Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese”; Caterina Salvia, Fiduciaria Slow Food Potenza e Andrea Freschi, Commissario ALSIA – Agenzia Lucana di Sviluppo e Innovazione in Agricoltura.

A seguire, si farà il punto sullo stato del progetto dei Presìdi Slow Food con Gaetano Pascale, Presidente Slow Food Italia; Giuseppe Orefice, Presidente Slow Food Campania e Basilicata; Maria Passari, Dirigente Settore Agricoltura Regione Campania; Amilcare Troiano, Presidente del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano; Francesca Baldereschi, Responsabile Presìdi Slow Food Italia e Vito Trotta, Responsabile Presìdi Slow Food Campania e Basilicata. A moderare il dibattito sarà Antonio Puzzi, Project Manager di Slow Food Campania e Basilicata.

Alle 11,00 tre componenti del Comitato Tecnico Scientifico dei Presìdi Slow Food di Campania e Basilicata Domenico Tosco (Presidente) Gianni Cicia e Federico Infascelli illustreranno i contenuti degli altrettanti tavoli tematici che saranno chiamati ad affrontare tematiche di fondamentale importanza per lo sviluppo delle iniziative legate al progetto dei Presìdi: i contenuti dei Piani di Sviluppo Rurale 2014-2020 (PSR) delle Regioni Basilicata e Campania, lo sviluppo dell’associazionismo e della cooperazione economica, l’opzione qualità nelle esperienze dei Presìdi.

Dopo la pausa – nella quale sarà proposto un buffet coi prodotti dei Presìdi Slow Food della Campania e della Basilicata – i lavori riprenderanno alle 15,00 con un Question time sul tema “Presìdi 2.1 – Il contributo degli operatori per la prossima stagione dei Presìdi di Campania e Basilicata”, il quale prenderà il via dai documenti di sintesi sulle tesi emerse.

Vito Trotta, responsabile del progetto Presìdi Slow Food Campania e Basilicata dichiara: «Con la prossima assise regionale, prima a svolgersi in territorio lucano, vogliamo porre l’attenzione su alcune delle questioni tecniche ed operative afferenti le realtà produttive dei Presìdi campani e lucani. Secondo noi la piccola dimensione, vista sempre nell’accezione di debolezza strutturale e, quindi, fino ad ora elemento di criticità, deve essere tradotta in condizione di forza. Il trait d’union è l’associazionismo inteso come adesione e partecipazione fattiva al progetto: dove cresce la nostra identità si moltiplicano le azioni “buone, pulite e giuste”! Anche in quest’occasione testimonieremo quanto stiamo cercando di portare avanti, a volte con grande fatica e prendendo decisioni difficili e dolorose. In tal senso presenteremo il prossimo “matching” delle reti Slow Food locali di febbraio e il “Presìdi porte aperte” del 28 e 29 marzo 2015. Buona assise a tutti!»

La quarta Assise dei Presìdi Slow Food Campania e Basilicata è a sostegno dell’agricoltura familiare e si svolge con il Patrocinio del Parco Nazionale “Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese” e del Comune di Marsico Nuovo (Potenza).

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.