Frutta Antica del Matese, un convegno per conoscere la ricerca

logomateseIl 14 Novembre al Convitto dell’istituto agrario di Piedimonte Matese, un convegno per approfondire “Frutta Antica del Matese” ,  un progetto di ricerca applicata e di azioni promozionali correlate avente come obiettivo il recupero e la valorizzazione di antiche varietà da frutto presenti nell’area del Matese.Partner dell’iniziativa sono: Regione Campania, assessorato all’agricoltura, CRA Frutticoltura di Caserta ,istituto Agrario “A.S. Coppola” di Piedimonte Matese, Parco Regionale del Matese. L’attività è consistita in:  sopralluoghi in 9 comuni dell’area, con l’ individuazione di oltre 25o accessioni, costituite da piante sparse perlopiù delle specie pero e melo, ciliegio dolce, susino, cotogno, ciliegio acido, sorbo, pesco e albicocco. – la caratterizzazione delle accessioni (rilievi fenologici, morfologici, pomologici, caratterizzazione qualitativa dei frutti) di circa 70 tra ecotipi e varietà locali; – la propagazione delle accessioni ritenute più interessanti e la realizzazione di un campi di conservazione delle accessioni raccolte presso l’Istituto Tecnico Agrario di Piedimonte Matese.

Ore 10.00 Indirizzi di saluto

Inaugurazione della Mostra Pomologica Caffè di benvenuto

Ore 10.30

Nicolino Lombardi, Dirigente Istituto Tecnico Agrario “A.S. Coppola“

Giampaolo Parente, Regione Campania UOD Servizio Territoriale Provinciale di Caserta

Stefano Giaquinto, Assessore provinciale all’agricoltura di Caserta

Umberto De Nicola, Presidente Ente Parco regionale del Matese

Pietro Cappella, Coordinatore Gal Alto Casertano Introduzione ai lavori

“Il ruolo dell’Istituto agrario di Piedimonte Matese nella tutela della biodiversità vegetale autoctona locale”

Nicolino Lombardi, Dirigente Istituto Tecnico Agrario “A.S. Coppola“

Modera i lavori Italo Santangelo, Regione Campania, DG 06 UOD Tutela della qualità

Ore 10.45 Interventi

“”I risultati del Progetto Frutta Antica del Matese”

Felice Pennone, C.R.A. – Unità di Ricerca per la Frutticoltura, Caserta

“”Agrigenet, un progetto per la valorizzazione della biodiversità vegetale campana”

Marco Scortichini Direttore C.R.A. – Unità di Ricerca per la Frutticoltura, Caserta

Conclusioni

Daniela Nugnes, Assessore Agricoltura Regione Campania

Ore 12.00

Nell’arco l’Esposizione Permanente delle Macchine Storiche agricole e industriali del Sannio presso l’Istituto Tecnico Industriale G. Caso di Piedimonte M. sito a circa 150 mt. dal Convitto.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.