Parte Vinestate, ecco cosa ci attende venerdì

logo-vinestate-1Vigilia animata per la quarantesima edizione di ‘Vinestate’, rassegna dedicata ai nettari del Taburno in programma da domani a domenica 7 settembre nel centro storico di Torrecuso. In mattinata, nella cornice di Palazzo Cito-Caracciolo si è svolta la degustazione tecnica curata dall’Assoenologi Campania, momento centrale del ‘Premio Libero Iannella’, già sindaco di Torrecuso e ideatore della rassegna, scomparso dieci anni fa.

Prologo di grande interesse per la manifestazione che nella giornata di apertura prevede un fitto programma. Si parte alle ore 9.30, a Palazzo Caracciolo-Cito, con il focus ‘Aglianico del Taburno: Il futuro della Docg’, con degustazione delle tipologie Rosato, Rosso e Riserva. A seguire gli “appunti di degustazione”con giornalisti, blogger, sommelier e addetti ai lavori. Alle ore 13, nello stesso palazzo, saliranno in cattedra i tre chef per l’Aglianico del Taburno: Dino Masella (Trattoria Masella), Raffaele D’Addio (Il Foro dei Baroni) e Angelo D’Amico (Il Molino dell’Una Hotel).

Nel pomeriggio, alle ore 17, il convegno sul tema ‘Aglianico del Taburno: conoscenze e prospettive‘, moderato dal giornalista enogastronomico Luciano Pignataro. Previsti gli interventi di: Antonio Leone (Consiglio nazionale ricerche – Istituto per i sistemi agricoli e forestali del Mediterraneo) con la relazione ‘Suoli per vini di pregio. Stato delle conoscenze e prospettive per l’Aglianico del Taburno’; Luigi Moio e Angelita Gambuti (Sezione di scienze della vigna e del vino – Dipartimento di Agraria – Università degli Studi di Napoli Federico II) con la relazione ‘Il ruolo di alcuni componenti dell’uva Aglianico del Taburno sulla qualità del vino’. A seguire tavola rotonda – momento di riflessione a cura dell’AssoEnologi – Campania.

Alle ore 18.30 il momento conclusivo del ‘Premio Libero Iannella’ dedicato a “I migliori vini di un territorio eletto”. La cerimonia sarà preceduta da una santa messa celebrata nella chiesa parrocchiale di Sant’Erasmo.

La degustazione agli stand dei produttori, dislocati tra le vie e le piazze del centro storico torrecusano, prenderanno il via alle ore 19. Alle ore 20 a Palazzo Caracciolo-Cito la degustazione guidata con le etichette Falanghina del Sannio 2013 (info e prenotazioni al 333.3597389). Per quanto concerne gli spettacoli, in piazza Antonio Fusco, alle ore 21, l’esibizione dell’Accademia di danza ‘Pas Jolis’, seguita dallo spettacolo della Banda musicale Città di Torrecuso.

Per tutte le tre serate della kermesse, a partire dalle ore 18 ‘Narrar dei luoghi – escursione nei luoghi d’arte, percorsi guidati all’interno del centro storico alla scoperta dei luoghi più suggestivi del paese patria dell’Aglianico (info e prenotazioni al 333.9540543). In piazza San Giovanni Paolo II, a partire dalle ore 19.30, lo spazio Ludobimbi, con laboratori e attività ed intrattenimento per bambini. Dalle ore 20 apre la ‘Piazza delle eccellenze. Percorso guidato per la conoscenza delle eccellenze eno-gastronomiche del Taburno’ (info e prenotazioni al 349.4558755).

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.