In migliaia a Fiera Agricola, tra eventi di conoscenza e scoperte di gusto

angeladimatteoUn successo già certificato da oltre tredicimila visitatori, nella giornata di ieri, secondo giorno di Fiera Agricola, inaugurata giovedì scorso e fino a domani nel polo fieristico A1 Expo – uscita autostradale A1 Capua (Caserta). Stamane si è verificata  l’apertura ufficiale dell’ottava Mostra Nazionale della Bufala Mediterranea Italiana, con la prima premiazione per la categoria “Manze”. Al primo posto l’AziendaFattoria di Nonna Vincenza” di Vitulazio (Caserta); al secondo si è piazzata la Provincia di Potenza, con l’azienda “La Marchesa” di Lavello, mentre la menzione d’onore è andata all’azienda “Filippo Morese” di Pontecagnano (Salerno). «È l ‘evento più importante del 2014 per la Bufala Mediterranea Italiana – ha commentato il direttore dell’ANASB, Angelo Coletta – La Mostra metterà in risalto la Campionessa e il Campione della Mostra, entro domani scopriremo chi si aggiudicherà i titoli maggiori nelle altre categorie programmate».

Alta l’attenzione anche per le attività di animazione della Regione Campania, particolarmente apprezzato l’innovativo progetto su “La Coltivazione del Sorgo bianco food-grade per uso umano in Campania”, significativo per la filiera gluten-free, il sorgo , infatti, è un cereale senza glutine della famiglia del mais, da millenni alimento base in Africa ed Asia, che, secondo studi statunitensi, può costituire un alimento sicuro per i pazienti affetti da celiachia. Dal sorgo,trasformato in farina bianca, ricca di proteine e grassi insaturi, può derivare anche una nuova fonte di reddito per gli agricoltori che vorranno entrare nei progetti regionali per queste attività agricole. Davvero buoni, dobbiamo dire, i biscotti serviti degustazione a base di sorgo. Irvat e Provincia di Caserta, con il dirigente conciatopallagrelloCiro Costagliola e l’assessore Stefano Giaquinto,  hanno proposto  itinerari storici e degustazioni del territorio, il primo ad essere svolto è stato quello dedicato al medio volturno, con i percorsi lungo i borghi intorno a Caiazzo e le straordinarie eccellenze enogastronomiche, simboleggiate dalla presenza, con i loro prodotti di Manuel Lombardi con il conciato romano di Le Campestre, e ( in ottimo abbinamento) di Paola Riccio, con il suo Pallagrello Riccio Bianco, frutto del lavoro nell’azienda AlePa, ubicata a San Giovanni e Paolo di  Caiazzo.Nel pomeriggio previste anche le attività legate alla mela annurca nel comprensorio di Valle di Maddaloni.Vivacità e tanta produzione ortofrutticola, nella degustazione di  organizzata presso lo stand della CIA di Terra di Lavoro. In prima linea la piccola grande rossa mela annurca  dell’azienda casalucese di Angela Di Matteo, giovanissima  vicepresidente provinciale dell’organizzazione. A far da corona le fragola di Bionatura di Frignano, abbinate con i grandi bianchi del territorio. Notevole, nello spazio associativo, lo spazio riservato ai formaggi, vaccini e caprini,  di varie realtà matesine, ed una bella ricerca che abbiamo scovato: Rosolio e Marmellata di Rosa Damascena ( quella rosa antica utilizzata dalle nostre nonne per il celebre liquore d’anteguerra) , una produzione a cura dell’azienda agricola alvignanese Mazzarella, già famosa per l’olio extravergine d’oliva e la sua linea di biocosmesi, una marmellata da gustare su crostini con formaggi leggeri spalmabili.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.