La Provincia di Caserta si dota di un Brand per la valorizzazione dei prodotti tipici, il creatore del logo ce ne parla

E’ stato realizzato dall‘architetto Giancarlo Covino il brand per la ristorazione di qualità “Terre di Caserta. Eccellenze e Sapori“, primo passo per porre in essere una serie di iniziative che consentiranno la massima valorizzazione e diffusione delle eccellenze enogastronomiche della provincia di Caserta attraverso dei punti di ristorazione di qualità destinati ad effettuare proprio questo tipo di promozione. Questo brand, selezionato da un’apposita Commissione tra un centinaio di proposte giunte dall’Italia e dall’estero, sarà a breve registrato e resterà di proprietà della Provincia di Caserta, che lo utilizzerà proprio per le iniziative di valorizzazione e promozione dei prodotti tipici di Terra di Lavoro. Dopo la creazione del brand nascerà un primo centro che mira alla ristorazione con questi obiettivi nella città di Caserta e che risponderà, per quel che concerne gli standard e i prodotti offerti, ai requisiti di alta qualità contenuti all’interno di un bando che a breve sarà emanato.
L’ arch Covino, che abbiamo il pregio di conoscere da tempo per le sue capacità, ci spiega il senso del logo.

“La Provincia di Caserta è ricca.

La cornucopia è un soggetto classico che indica nutrimento, abbondanza, buon augurio. Per tali significati, universali, ma pertinenti all’oggetto dato dal bando, è stata scelta come base ideativa del marchio.

La stilizzazione del soggetto rispetta tanto i caratteri di riconoscibilità quanto quelli di riproducibilità , richiesti dal bando. Inoltre rispecchia la volontà di coniugare tradizione e progresso.
Il contenuto della nostra cornucopia segue gli stessi criteri. I singoli elementi sono semplici e diretti: la spiga di grano, il prodotto caseario, l’uva richiamano la genuinità di una società laboriosa, legata alla terra, ma sullo sfondo c’è il tessuto urbano. Le risorse naturali e rurali sono pertanto sostenute dall’identità storica, dall’organizzazione, dalla cultura, dalla capacità di industrializzare e di relazionarsi alla complessità del mondo.
La corretta linearità dell’immagine gode di una scelta coloristica luminosa che al realismo imitativo sostituisce la freschezza e l’evocazione del colore. Lo scopo di rafforzare i simboli e i concetti che le immagini individuano, accentuando la contemporaneità del marchio”.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.