I Maìtre di Napoli rinnovano cariche e premiano i giovani

Due giornate intense di lavori sono quelle che ha vissuto la sezione napoletana dell’Associazione Maître Ristoranti e Alberghi con il concorso del “Maître dell’anno giovani” tenutosi all’hotel Pompei Resort della cittadina del Santuario e l’elezione per il rinnovo della carica a fiduciario e del direttivo  di sezione svoltasi al ristorante Villa Lucrezio a Posillipo – Napoli.

Il nuovo fiduciario della sezione Amira di Napoli, non poteva che essere il noto Giuseppe Di Napoli, da tutti chiamato affettuosamente Peppino, il personaggio istituzionale del sodalizio che, oltre ad avere ricoperto per diversi anni incarichi di tesoriere e vice presidente nazionale dell’Amira, ricopre da 42 anni l’incarico di presiedere il comitato direttivo Amira della città partenopea.

Le votazioni che hanno portato all’ennesima riconferma di Di Napoli al vertice della sezione campana è stato un ulteriore plebiscito di stima che i Maîtres della nostra regione hanno voluto concretizzare verso quel personaggio che instancabilmente si adopera per dare sempre più lustro alla categoria che è stata ed è il suo mondo di vita.

Augurando un buon lavoro a Giuseppe Di Napoli per il suo prossimo impegno, torniamo alla giornata precedente che lo ha visto artefice anche e proprio nella sua  ultima giornata di copertura del precedente mandato a fiduciario di sezione, della realizzazione della tappa napoletana per la selezione del  “Maître dell’anno giovani”, un concorso che ha una storia legata alle sue precedenti 19 edizioni come “Maître dell’anno” che metteva in competizione gli iscritti all’Amira già in fase di lavoro o in attesa dello stesso, e che in questa 20a tornata ha provato a fare un cambiamento dando campo aperto ai soli giovani degli istituti alberghieri. Il concorso,  curato nel servizio di sala dal  maître Michele Criscuolo, ha avuto un richiamo di spettatori e stampa interessata all’evoluzione dei giovani ed al loro spirito di conquista del mondo del lavoro anche mettendosi in gara con altri giovani studenti degli Ipssar territoriali.

A vincere il concorso  è stato Fabio Volpe dell’istituto alberghiero di San Pietro a Patierno, con “Crêpes orange passion con fondente e polpa d’arancia”.

La Giuria, presieduta dal Gran Maestro della Ristorazione e Vice presidente nazionale dell’Amira Diodato Buonora era composta da Pasquale Brillante fiduciario Ais comuni vesuviani, Ornella Gramaglia condirettore insieme alla signora Donarumma del Resort Pompei hotel, Giuseppe De Girolamo giornalista enogastronomo e  Dominique Testa presidente provinciale Federcasalinghe.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.