Il Consiglio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali a confronto sul problema del Cinipide Galligeno

L’Ordine Provinciale dei Dottori Agronomi della Provincia di Avellino pone l’attenzione sul Cinipide Galligeno del castagno.

E lo fa ponendosi al fianco del Settore Agricolo e dunque, in questo caso dei castanicoltori. I componenti del Consiglio dell’Ordine, si sono infatti riuniti nella loro sede di via Partenio per confrontarsi sul problema e mettere in campo la loro professionalità.

“Siamo da parte degli agricoltori e siamo pronti, attraverso le nostre professionalità, a supportare i coltivatori nella lotta di questo dannoso insetto. Il diffondersi del cinipide ha comportato gravi conseguenze anche a livello economico considerati i danni che lo stesso ha provocato e continua a provocare – ha spiegato il Presidente dell’Ordine Provincia dei Dottori Agronomi dott. Tommaso Vitale – Si tratta di danni di tipo economico e sociale. Per ovviare a questo impatto negativo è opportuno, anzi necessario avviare, assieme alla lotta biologica anche una lotta alternativa. In questa fase è necessario che vengano utilizzati anche rimedi diversi come ad esempio i silicati di alluminio, già sperimentati in altre zone d’Italia. Naturalmente mi riferisco a soluzioni approvate anche dal Ministero della Sanità che contribuiscono, in sinergia con la lotta biologica, a contenere il diffondersi di questo dannoso insetto. – ribadisce il presidente – Serve inoltre maggiore ricerca nel settore. Credo infatti sia doveroso non trascurare lo studio e la ricerca che vanno finanziati in quanto, a lungo andare possono essere molto utili e possono rappresentare l’unica soluzione al problema. Ad esempio vanno ricercate, studiate e prese in considerazione, piante resistenti al cinipide, le quali potrebbero offrire validi spunti di riflessioni in merito alla soluzione del problema. Potrebbero infatti esserci, come qualcuno ha osservato, delle varietà di piante che mostrano una resistenza all’attacco del cinipide, credo pertanto che vada condotta un’attenta ricerca e non vadano trascurate bensì considerate come modello di studio. – conclude Vitale – Il nostro Ordine professionale si rende disponibile ad accogliere e a fornire consulente agli Enti locali che ne facciano richiesta per avviare metodologie di lotta e trattamenti, grazie alla presenza di validi professionisti che con competenza svolgono questo lavoro con grande professionalità”.

Per gli Enti interessati ad una consulenza da parte dell’ordine Professionale dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Avellino, scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica:

agrifores@virgilio.it

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.