“I Ristoranti di Bibenda”: 5 baci a “La Torre di Saracino”. Ristorante dell’anno “La Caravella” di Amalfi

Nasce i ristoranti di bibenda, libro guida ai migliori ristoranti d’italia. Dall’eccellenza alle trattorie, ai luoghi di ristorazione nelle aziende vinicole per apprezzare al meglio il viaggio nelle tradizioni del cibo del nostro paese. Dopo l’esperienza decennale di “Duemilavini” ecco “I Ristoranti di Bibenda“. L’opera si posiziona in una gamma editoriale abbastanza affollata, tuttavia rappresenta una novità, l’ultima di Bibenda Editore. Del resto, anche la patinata Bibenda non è certo nata in assenza di riviste di vino. Ma è stata una novità ed è un successo. “Questo libro-guida dedicato ai Ristoranti d’Italia – spiega l’editore – ha l’obiettivo di fornire, con la consueta eleganza, notizie utili sui luoghi deputati a far vivere il vino in armonia con il colore, il profumo e il gusto dei piatti che rappresentano il patrimonio del nostro Paese”.

Per evidenziare la qualità, il prestigio della cucina, dell’ambiente e della proposta dei vini, vengono usati simbolici Baci. La bocca, le labbra sono simbolo di fiducia. E non è fiducia quella che dimostriamo al cuoco quando apriamo le labbra per gustare ciò che ci ha preparato? E poi, se è vero, come dice un adagio popolare, che “ogni bacio ha il suo sapore”, d’ora in poi lo si potrà verificare piacevolmente varcando la soglia di ognuno dei 1727 ristoranti che sono stati premiati con almeno due Baci.

Per ogni Ristorante vengono indicati l’indirizzo, i contatti (telefono e sito internet), il numero di coperti, quello delle etichette nella carta dei vini, i giorni di chiusura e le ferie. Inoltre, è stata data un’indicazione di massima di 4 fasce di prezzo. La recensione racconta con limpidezza il locale, e ne descrive le peculiarità che lo rendono attraente. All’inizio di ogni Regione è stata inserita una sezione in cui vengono riportate le Doc e le Docg, i prodotti Dop e Igp. Inoltre, accanto alle schede di ciascun Ristorante, utili segnalazioni di luoghi interessanti in zona, alberghi, enoteche, negozi sfiziosi. Un capitolo a parte è stato riservato al Turismo del Vino. Località per località sono state elencate (con i relativi contatti) quelle Aziende vitivinicole nelle quali è presente un ristorante dove è possibile fermarsi a conclusione della visita in cantina. Per ogni Regione è stato individuato e premiato un Ristorante dell’anno risultato particolarmente attraente a prescindere dalla sua valutazione.

Per la Campania i 5 baci sono andati a “La Torre del Saracino” a Vico Equense di Gennaro Esposito, mentre il titolo del ristorante dell’anno è stato assegnato al Ristorante “La Caravella” ad Amalfi di Antonio Dipino.

Alessandro Tartaglione

Direttore Responsabile di Campania Slow | Contatto Facebook: http://www.facebook.com/a.tartaglione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pentole Professionali