Campania Stories al Palazzo dell’Ostrichina nei Campi Flegrei, ecco chi partecipa

Dai Campi Flegrei al mondo: tra archeologia, natura e mare, in un posto unico, a ridosso della città di Napoli, dove si fondono storia, mito e leggende, si terrà l’edizione 2022 di Campania Stories, l’evento dedicato alla stampa specializzata nazionale e internazionale riunita ogni anno sul territorio regionale in occasione della presentazione delle nuove annate dei vini prodotti nelle principali denominazioni campane. Da lunedì 5 a giovedì 8 settembre a Pozzuoli (Napoli) si terrà “Campania Stories – Special Edition” dedicata alla stampa internazionale, la cui partecipazione da due anni è stata limitata a causa dell’emergenza legata al Covid-19.

Anche quest’anno Campania Stories, organizzata da Miriade & Partners con le aziende partecipanti, celebrerà la sinergia tra tutte le componenti del mondo del vino: prima di tutto lecantine della regione, l’indispensabile collaborazione di AIS Campania, la Regione Campania,che anche quest’anno ha inserito la rassegna nell’elenco delle manifestazioni fieristiche e degli eventi di promozione a cui partecipa in via ufficiale, e la Media Partnership di Luciano Pignataro Wine Blog. La rassegna sarà come sempre strutturata con tasting riservati alla stampa, visite in cantina e ai territori, con una giornata dedicata ad operatori e appassionati di tutta Italia, ovvero il Campania Stories Day. Sede dell’edizione 2022 di Campania Stories sarà l’Hotel Gli Dei di Pozzuoli (Napoli), nel cuore dei Campi Flegrei, di fronte l’isola di Procida, Capitale italiana della Cultura 2022.

“Campania Stories 2022 – Special Edition” vedrà la presenza sul territorio regionale degli Ambassador della Vinitaly International Academy (VIA), la struttura educativa di Vinitaly, punto di riferimento per la promozione del vino italiano nel mondo che da anni forma Italian Wine Ambassador, tra cui Master of Wine, Master of Sommelier, Head Sommelier, Wine Educator, giornalisti, opinion leader, buyer, importatori, distributori, agenti e ogni altra figura coinvolta nella Wine Industry. Gli Ambassador saranno in Campania per attività di incoming insieme alla Managing Director di Vinitaly International, Stevie Kim, e al Direttore Scientifico Prof. Attilio Scienza.

La rassegna si aprirà lunedì 5 settembre al Palazzo dell’Ostrichina, nel Parco Vanvitelliano del Fusaro, tra il lago Fusaro e la Casina Vanvitelliana, uno scenario unico al mondo in cui si darà il benvenuto alla stampa nazionale e internazionale attraverso una importante iniziativa di valorizzazione del pescato campano in collaborazione con la Regione Campania nell’ambito del FEAMP (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca), dando visibilità a questo rapporto così simbiotico con il mare inteso non solo come elemento paesaggistico che dà unicità a questo pezzo di territorio regionale, ma anche come risorsa in termini economici e produttivi. Tutto quanto il mare produce ed offre, coniugando questa istanza con il necessario riferimento alla sostenibilità, alla tutela dell’ecosistema, ad una corretta educazione alimentare. Ad interpretare il pescato campano – e non solo – saranno i ristoranti dei Campi Flegrei: Associazione Ristoratori Flegrei (saranno presenti Aguglia Osteria di Mare, Capoblu Restaurant, Da Fefe’, Esperia Terrazza Flegrea, Home Piccola Osteria Alternativa, Hosteria Bugiarda Contemporary Kitchen, Il Testardo Locanda Atipica, Kuma 65, La Bifora Ristorante, Masseria Sardo Orti e Cucina, Mazzella Gastropub, Oblio, Officina Meccanica Generale wine e tapas bar, Riccio Restaurant Baia Porto, Sunrise Monte di Procida Est 1984) e i ristoranti Abraxas, Coevo – Ristorante Mediterraneo di Dimora dei Lari e Cala Moresca.

Tra i momenti che arricchiranno ulteriormente il programma, la Masterclass “Falanghina: tutta la vulcanicità dei Campi Flegrei” in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri e la presentazione del libro “Altrove a Sud. Il vino, il cibo, l’anima dell’Italia(South of Somewhere: Wine, Food, and the Soul of Italy) del giornalista americano Robert Camuto (Ampelos Edizioni), in programma giovedì 8 settembre alle ore 17.30 presso la cantina Villa Raiano di San Michele di Serino (Avellino), che sarà intervistato dal giornalista Luciano Pignataro. Sempre giovedì 8 settembre l’atteso Campania Stories Day, degustazione per operatori e appassionati di tutta Italia, in programma all’Hotel Gli Dei di Pozzuoli (Napoli) su tre fasce orarie (10-12, 16.30-18.30, 19.30-21.30) con prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti (per info: whastapp 379.1991513, 329.9606793, 392.0059528 – eventi@miriadeweb.it)

Questa edizione di Campania Stories vedrà focus sulla stampa internazionale, autorevoli firme della stampa di settore e groupage per la stampa d’oltreoceano, dando la possibilità alle cantine di far assaggiare i propri vini alle più importanti testate nazionali e internazionali, fornendo allo stesso tempo a giornalisti e operatori contenuti tecnici e aggiornamenti sui dati di produzione di filiera, nonché sulla valutazione delle annate dei vini bianchi e rossi dell’ultimo ventennio espressa in ventesimi, relativa alla media qualitativa e al potenziale evolutivo generale, accompagnata da parole-chiave riconducibili allo specifico carattere climatico ed espressivo, oltre ad indicazioni sulle finestre di consumo consigliabili per ciascuna annata. Un evento che dura 365 giorni, anche attraverso le attività digitali (e non solo) di promozione dellaCampania del vino nel mondo, presentando sul web e sui social denominazioni, territori e protagonisti del mondo del vino della regione, da seguire attraverso gli hashtag #campaniastories e #iobevocampano e sul sito www.campaniastories.com.

Ecco le cantine che parteciperanno all’edizione 2022 di Campania Stories: per Avellino Amarano, Barbot Stefania, Bellaria, Borgodangelo, Cantina del Barone, Cantine dell’Angelo, Cantine di Marzo, Colli di Lapio, Contrade di Taurasi, De Beaumont, De’ Gaeta, Di Meo, Di Prisco, Donnachiara, Ferrara Benito, Feudi di San Gregorio, Fonzone Caccese, I Capitani, I Favati, Le Otto Terre, Il Cancelliere, Nativ, Passo delle Tortore, Perillo, Petilia, Petra Marzia, Pietracupa, Sanpaolo di Claudio Quarta, Sertura, Tecce Luigi, Tenuta Cavalier Pepe, Tenuta De Gregorio, Tenuta del Meriggio, Tenuta Madre, Tenuta Sarno 1860, Tenuta Scuotto, Tenute di Pietrafusa di Villa Matilde Avallone, Traerte, Vesevo, Vigne Guadagno, Villa Raiano. Per Benevento Cantina di Solopaca, Cantine Tora, Fattoria La Rivolta, Fontanavecchia, La Fortezza, La Guardiense, Monserrato 1973, Mustilli, Rossovermiglio, Tenuta 33 Filari, Tenuta Sant’Agostino, Terre Stregate, Torre a Oriente. Per Caserta Alois, Calatia, Cantina di Lisandro, Caputo 1890, Galardi, Il Verro, Masseria Piccirillo, Paparelli Luca, Sclavia, Torelle, Vestini Campagnano, Vigne Chigi, Villa Matilde Avallone. Per Napoli Agnanum, Astroni, Bosco de’ Medici, Cantine Carputo, Cantine dell’Averno, Cantine del Mare, Cantine Federiciane, Cantine Olivella, Casa Setaro, Contrada Salandra, Farro, La Sibilla, Portolano Mario, Quaranta Angelina, Salvatore Martusciello, Scala Fenicia, Sorrentino. Per SalernoAlbamarina, Alessandra, Cuomo Marisa, Polito Viticoltori, Montevetrano, Sammarco Ettore, San Salvatore 19.88, Tempa di Zoè, Vuolo.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.