Il Metodo Cilento, Porto di Mola ospita la presentazione del libro in Terra di lavoro

Il nuovo libro “Il Metodo Cilento, i cinque segreti dei centenari” edito da Mondadori del giornalista enogastronomico de Il Mattino, Luciano Pignataro, con il contributo scientifico dell’oncologo di fama internazionale Giancarlo Vecchio da poco scomparso, sarà presentato sabato 16 ottobre alle ore 11 a Galluccio (CE), presso il frantoio Porto di Mola delle famiglie Esposito e Capuano, l’azienda olearia e vinicola che si trova in un’area situata alle pendici del vulcano spento di Roccamonfina, ai confini tra Lazio e Campania, la terra dove i romani costruirono un importante porto sul fiume Garigliano di cui restano le vestigia e da cui, l’azienda prende il nome.

Con l’autore, Luciano Pignataro, interverranno: Antonio Limone (Direttore Generale Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno), Manuel Lombardi(Presidente Coldiretti Caserta), Gianfranco Iervolino (Maestro Pizzaiolo Pizzeria 450° di Pomigliano d’Arco NA), Giuseppe Daddio (Chef e Direttore Scuola Dolce & Salato di Maddaloni CE), Antimo Esposito (titolare dell’azienda agricola Porto di Mola). La presentazione sarà moderata dalla giornalista gastronomica casertana, Antonella D’Avanzo.

L’appuntamento, metterà in luce i segreti dei centenari, raccontati nel libro del giornalista enogastronomo che ci permettono di vivere felici e a lungo e quali sono i motivi che fanno del Cilento la patria dei centenari, territorio dove si vive più a lungo che in qualsiasi altra parte del mondo, inoltre, accenderà i riflettori sulle caratteristiche dell’olio extravergine di oliva da sempre considerato un prezioso alleato della salute, alimento principale della Dieta Mediterranea, dove per l’occasione si farà conoscere la DOP “Terre Aurunche”, una denominazione campana ancora poco conosciuta.

Ospitare nella nostra azienda un momento di cultura enogastronomica così importante – ha dichiarato Antimo Esposito titolare della tenuta Porto di Mola – è motivo di orgoglio e soddisfazione per noi e, sarà anche l’occasione per far emergere le peculiarità di questo territorio che storicamente, all’epoca dei romani, rappresentava il punto di scambio di commercio di olio e di vino tra i popoli del Mediterraneo”.

Una giornata dedicata interamente al vivere sano, slow life, che culminerà in bottaia con la colazione “Mani di radici e Sapori rurali” pensata dallo chef Giuseppe Daddio, direttore di “Dolce & Salato”, autorevole scuola di formazione professionale per chef e pasticceri e dal maestro pizzaiolo Gianfranco Iervolino (Pizzeria 450°, Pomigliano d’Arco NA), in collaborazione con gli studenti di sala e cucina dell’Istituto Alberghiero della Fondazione “Villaggio dei Ragazzi” di Maddaloni (CE), eccellenza di alto prestigio e di grande storicità.

All’evento, prenderà parte anche l’imprenditore Pasquale Calviati (Calviati srl), con i prodotti ortofrutticoli di alta qualità selezionati secondo i canoni della Dieta Mediterranea e della stagionalità distribuiti al mondo della ristorazione, il quale afferma: “Un recente studio dell’Università di Harvard conferma che due porzioni di frutta e tre di verdura al giorno, sono la formula dell’eterna giovinezza. In Cilento lo sapevano già. Noi siamo lieti di supportare l’evento di presentazione del libro ‘Il Metodo Cilento’ di Luciano Pignataro, con gli stessi prodotti che ogni giorno offriamo a chef, pizzaioli e in generale il mondo ho.re.ca”.

Sarà una presentazione che farà fede all’espressione tipica dialettale “cuoncio cuoncio (significa con calma, senza fretta, senza stress) descritta da Luciano Pignataro nel suo libro e dove, secondo l’autore, in essa è racchiuso il segreto di uno stile di vita ormai perduto complessivamente nel resto d’Italia.  Un tipo di esistenza (e di cucina), come quella cilentana, dove il tempo scorre lento, in assenza dell’orologio.

 

L’evento di presentazione organizzato da Porto di Mola nel pieno rispetto della normativa Anti Covid è su invito con posti limitati.

Porto Di Mola – sede Via Risiera, snc 81044 Galluccio (CE)

 

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.